Black Mirror, la top 5 degli episodi più sorprendenti



Black Mirror
fonte: imdb

7 anni fa andava in onda in Italia il primo episodio di Black Mirror. Quel “Messaggio al primo ministro” che rappresentò una notifica diversa da qualunque altra al mondo era l’inizio della serie antologica che in questi anni ci ha scioccato, traumatizzato e deliziato

Una serie antologica, priva di una trama orizzontale che spesso caratterizza gli show del piccolo schermo, catalizzati spesso e volentieri dal concetto di serialità. Black Mirror è molto di più. La serie ha il merito di aver avuto il coraggio di mostrarci il nostro mondo attraverso racconti spesso assurdi, ma che nella loro assurdità trovano una verosimiglianza con ciò che stiamo vivendo al giorno d’oggi.

Quest’oggi, invece, sono 7 anni che “Messaggio al primo ministro” andò in onda per la prima volta in Italia. È inutile ribadire quanto Black Mirror si sia distinta fin da subito, sceneggiatura e regia come fiori all’occhiello, il colpo di scena e il terrore, spesso più psicologico che fisico, come cavalli di battaglia.

Ma oltre a “Messaggio al primo ministro”, quali sono gli episodi migliori dello show britannico? Abbiamo deciso di scegliere 5 episodi che più degli altri ci hanno scioccato e meravigliato per il loro mix di originalità e autorialità. Elementi che rendono Black Mirror lo show che tanto abbiamo apprezzato in questi anni, eccetto per l’ultima stagione, quella forse ce la siamo dimenticati già.

115 milioni di celebrità (1×02)

La cosa bella – e allo stesso tempo spaventosa –  di Black Mirror, è che quando ti fa emozionare una volta, poi lo rifà senza avvertirti. Se “Messaggio al primo ministro” ha fatto la storia del piccolo schermo, l’episodio successivo “15 milioni di celebrità” non è da meno. Anzi, conferma un pilot straordinariamente disturbante, di quelli che ti fanno dire “Wow, voglio continuare questa serie!”, ma forse dopo “15 milioni di celebrità” il parere potrebbe cambiare, perché lo shock aumenta esponenzialmente. Il secondo episodio di Black Mirror sembra essere un cammino dell’eroe che cerca di salvare la propria principessa, ma la lunga pedalata di quasi un’ora di episodio termina nel peggiore dei modi, aprendoci gli occhi su un mondo corrotto, senza spina dorsale, dove ognuno ha un ruolo politico e un prezzo.

Indietro

Leggi anche