Bosch in mostra a Venezia



Bosch

Organizzata una mostra a Venezia in occasione del 500esimo anniversario della morte di Hieronymus Bosch

Per celebrare il 500esimo anniversario della morte dell’artista olandese Bosch, Venezia organizza una mostra a Palazzo Ducale, nell’appartamento del Doge, dal 18 febbraio al 4 giugno.

Bosch, pittore del XV-XVI secolo, mette al centro delle sue opere dottrine diverse, tra cui la psicanalisi. Avanti sui tempi rispetto alla cultura dell’epoca, incentrata sull’Umanesimo e il dominio dell’intelletto, egli ne nega la supremazia per incentrarsi sullo studio dei moti dell’animo e i suoi aspetti trascendenti e irrazionali; nonché sul conflitto tra le regole imposte dalla religione e l’uomo con i suoi istinti, da qui il riferimento alla vita dei santi.

Intorno a tre opere, ovvero “Il martirio di Santa Ontocommernis”, “Tre santi eremiti” e “Paradiso e Inferno” (Visioni dell’Aldilà), ruota la mostra, che poi si svilupperà e amplierà con opere di altri  artisti, come Jacopo Palma il Giovane,  Durer, Bruegel e altri, per un totale di circa 50 opere. Sarà presente inoltre una sezione multimediale per “entrare” nei capolavori dell’olandese, dominati da paesaggi onirici, mostriciattoli e visioni allucinanti. La mostra è curata da  Bernard Aikema.

Leggi anche