Bruno Vespa accusato dal PD per uno spot pro Salvini



bruno vespa
screen da YouTube

Bruno Vespa accusato dal PD per uno spot pro Salvini andato in onda ieri sera durante l’intervallo della partita di Coppa Italia Juve-Roma

Bruno Vespa contestato dal PD per uno spot pro Salvini andato in onda ieri sera sulla Rai durante l’intervallo della partita di Coppa Italia Juve-Roma. Queste le parole di Nicola Zingaretti che incalza contro il presentatore di Porta a Porta: “A Salvini consentito dalla Rai un solitario comizio durante l’intervallo della partita Juventus-Roma in piena campagna elettorale per l’Emilia Romagna.  Mai così in basso, altro che libertà e autonomia e lo chiamano servizio pubblico“.

Andrea Rossi, deputato PD e responsabile della campagna elettorale di Stefano Bonaccini, dichiara: “Lo spot di Salvini, un lungo sonoro in cui spiega perché votare per la Lega in Emilia-Romagna ed in Calabria andato in onda durante l’intervallo di Juventus-Roma di Coppa Italia come ‘anteprima di Porta a Porta’ è un fatto gravissimo e senza precedenti. Domani mattina presenteremo un esposto urgente all’Agcom. Il  comportamento della Rai è gravissimo, inaccettabile, inqualificabile. L’Emilia-Romagna non merita questo trattamento, né di essere raccontata in questo modo“.

Il deputato del PD, Filippo Sensi, scrive su Twitter: “Ma sbaglio o quello che ho visto nell’intervallo di Juve-Roma era quello del citofono, senza contraddittorio, in un imbarazzante comizio elettorale? Pronto, vertici Rai?“.

Leggi anche