bullismo vittima

Bullismo, ragazzo segnala i suoi compagni violenti al docente: pestato mentre torna a casa. Imputati pentiti: concesso il perdono giudiziale

BULLISMO, ORRORE TRA ADOLESCENTI: RAGAZZO PESTATO DAI COMPAGNI MENTRE TORNA A CASA- Lo hanno chiamato “ciccione” e “obeso”. Lui ha reagito chiedendo al Professore in classe di intervenire. Il Docente ha chiesto ai bulli di smetterla con gli insulti, che però dopo si sono trasformati in violenza fisica. Una volta finita la giornata scolastica, infatti, secondo quanto riportano anche i colleghi de “Laprovinciacremona“, i ragazzi hanno seguito il compagno di classe che si stava dirigendo verso casa e lo hanno pestato brutalmente.

Potrebbe interessarti:

I due bulli, che oggi sono maggiorenni e hanno un lavoro, accusati di lesioni, si sono pentiti e hanno ottenuto il perdono giudiziale. Ecco la denuncia che lo studente presentò all’epoca alla polizia: «Senza motivo, il mio compagno mi ha dato uno schiaffo sulla nuca. Non ho reagito, mi sono lamentato con il professore che lo ha redarguito per quello che mi aveva fatto. Dopo circa mezz’ora si è avvicinato a me l’altro compagno di classe e anche lui, senza motivo, mi ha tirato due schiaffi sulla testa. Ancora una volta mi sono rivolto al professore e ancora una volta lui ha sgridato chi mi aveva colpito», racconta la vittima.

La vittima di bullismo ha poi così proseguito: “Che ti succede, perché piangi?”. «Le ho raccontato, la prof è entrata in classe, ha sgridato i compagni, mi ha calmato e portato nel suo ufficio dove ho terminato la verifica». Ovviamente, i bulli lo hanno poi aspettato all’uscita, per picchiarlo con veemenza e brutalità. L’ennesimo episodio di bullismo, dunque, coi protagonisti che stavolta sono giovanissimi. Il fenomeno appare ormai fuori controllo e davvero difficilmente frenabile.

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK. CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE: “BULLISMO, IL RACCONTO CHOC DI UN RAGAZZO DISABILE: HO RISCHIATO DI MORIRE”. CLICCA QUI.

Letture Consigliate