Bundesliga, si riparte: dov’eravamo rimasti? Caccia al Bayern Monaco



Bundesliga
Foto: Twitter Bundesliga

Dopo lo stop forzato per il Coronavirus, il calcio europeo riparte ufficialmente con la Bundesliga. Bayern Monaco in vetta ma si prevede un finale di stagione infuocato

Verrebbe da dire “Finalmente!” ma visti gli avvenimenti degli ultimi mesi, alla fine è soltanto un avvenimento tanto atteso con tono minore. Il pallone torna a rotolare in Europa e a dare il nuovo “calcio d’inizio” dopo il Coronavirus sarà la Bundesliga, il primo dei cinque campionati europei (la Ligue 1 è stata dichiarata conclusa) a rimettersi in modo dopo l’emergenza sanitaria che ha bloccato tutto per oltre due mesi.

Il via ufficialmente ci sarà quest’oggi con 6 partite in programma (cinque alle 15:30 più un posticipo alle 18:30) e la giornata si chiuderà domenica con altri tre match. Riparte così ufficialmente la corsa al Meisterschale.

Come si riparte?

Sicuramente il “modello” Bundesliga potrà essere un punto di (ri)partenza per il movimento calcistico internazionale. Le gare si disputeranno tutte a porte chiuse (salvo ulteriori provvedimenti in futuro) e questo condizionerà molto l’ambiente negli stadi, abituati a tifo assordanti e che si ritroveranno vuoti e silenziosi.

Sarà molto ristretto invece il numero delle persone presenti all’interno degli impianti: infatti potranno accedere circa 240 persone tra squadre, staff, allenatori, raccattapalle e operatori televisivi, più 50 persone di controllo dell’ordine pubblico.

Categorica infine la questione di eventuali nuovi casi di contagio all’interno di una squadra: non sarà imposto nuovamente lo stop e pertanto si continuerà regolarmente per concludere il campionato entro il 30 giugno (fino ad ora la Federcalcio tedesca ha fornito i calendari fino al 1° giugno).

La grande novità è rappresentata dalle cinque sostituzioni: infatti, sarà la prima volta che verrà adottata in un grande campionato europeo. Saranno tre le finestre temporali (non più di due giocatori per volta) in cui potranno essere effettuate. La decisione è stata presa nella riunione straordinaria tenutasi tra le 36 squadre di Bundesliga e Zweite Liga.

Da dove si riparte?

Era l’8 marzo quando si disputò l’ultima partita della 25.ma giornata di campionato ed il Bayern Monaco di Hans-Dieter Flick ‘chiuse’ in testa alla classifica con 55 punti, quattro in più del Borussia Dortmund, prima inseguitrice.

Ed è proprio da qui che si riparte: dal duello tra le due Regine del calcio tedesco nel nuovo Millennio. I bavaresi vogliono legittimare il predominio nazionale mentre i gialloneri cullano il sogno di scippare il titolo agli eterni rivali e punteranno sulle qualità dei suoi giovani. Il 28 maggio è in programma anche il tanto atteso scontro diretto: il Der Klassiker sarà in programma al Signal Iduna Park (ore 18:30) e metterà di fronte Robert Lewandowski e Erling-Braut Haaland, i due bomber per eccellenza della Bundesliga.

Ma stando alla classifica, non ci sono solo Bayern Monaco e Borussia Dortmund a caccia del titolo. Infatti, una delle principali antagoniste è la squadra più “antipatica” e “odiata” della Germania: il Red Bull Lipsia. La squadra di Nagelsmann, prima della pausa forzata, era incappata in due pareggi consecutivi che le hanno impedito di stare a braccetto con il Bayern Monaco e pertanto adesso è attardata di 5 punti dalla vetta ma non intende mollare.

Sarà bagarre soprattutto per i posti in Champions League: il Borussia M’Gladbach ed il Bayer Leverkusen (rispettivamente 4° e 5°) sono squadre attrezzate per stare nei piani alti e daranno filo da torcere fino all’ultima giornata, qualora ce ne fosse bisogno.

Scorrendo la classifica attuale, l’Eintracht Francoforte – 12° con 28 punti – spera di trarre beneficio dallo stop per provare una rimonta almeno per un posto in Europa League ma la rimonta sarà molto dura con 27 punti a disposizione. Poi c’è anche la bagarre per non retrocedere: chi sta peggio sono il Werder Brema (18 punti) e Padeborn (16), squadre che hanno un disperato bisogno di punti per non sprofondare in Zweite Liga.

Il programma della 26.ma giornata

La ripartenza della Bundesliga vedrà nell’immediato un “freddo” (vista l’assenza dei tifosi) Derby della Ruhr tra Borussia Dortmund-Schalke, primo big-match post-pandemia. Il Lipsia di Schick e Werner riceverà il Friburgo mentre il Bayern Monaco chiuderà la giornata domenica nel posticipo contro l’Union Berlino.

SABATO ORE 15:30
Augusta-Wolfsburg
Borussia Dortmund-Schalke
Dusseldorf-Padeborn
Hoffenheim-Hertha Berlino
Lipsia-Friburgo
Eintracht Francoforte-Borussia M’Gladbach (18:30)

DOMENICA
Colonia-Mainz (ore 15:30)
Union Berlin-Bayern Monaco (18:00)
Werder Brema-Bayer Leverkusen (20:30)

Leggi anche