Cannes, sette minuti di applausi a Garrone, oggi Woody Allen

cannes

Garrone conquista il pubblico di Cannes: “Favoloso, visivamente magnifico”; oggi è arrivato l’atteso Woody Allen, fuori concorso al Festival

Primo film italiano in concorso al Festival di Cannes è Il racconto dei racconti, accolto con sette minuti di applausi. Matteo Garrone è molto apprezzato dalla critica estera, sorprendendo sia per la tematica che per l’impianto figurativo, una sorta di impatto visivo forte, che lo inserisce tra gli autori più interessanti del panorama italiano, ma a questo punto, internazionale.

Favoloso, visivamente magnifico, erotico, ironico, profondo… Un positivo carnevale di trasgressione“; così commenta The Guardian.

Variazione piena di freschezza, nella linea di quelle grandi e sanguinose fiabe che conosciamo grazie ai fratelli Grimm o a Perrault” per The Hollywood Reporter. 

cannes
Cannes 2015, Woody Allen

Oggi l’attenzione passa a Woody Allen, con il suo Irrational Man, “fuori concorso”. Ambientazione idilliaca e fotografia curata però sono solo l’estetica contrapposta ai colpi di scena e al senso di mistero. Un film che ritorna sul tema del delitto, interpretata come un’ossessione per il regista, da quanto dimostra la sua filmografia. Spicca Emma Stone, per la sua genuinità pienamente catturata nel film.

Trama: Abe Lucas, professore di Filosofia, è emotivamente provato ed incapace di dare un significato alla sua vita. Poco dopo il suo arrivo come nuovo insegnante presso il college di una piccola città, Abe si ritrova coinvolto nella vita di due donne: Rita Richards, professoressa solitaria che spera che lui la salvi dal suo matrimonio infelice, e Jill Pollard, la sua migliore allieva che è anche la sua migliore amica. Il caso spariglia le carte quando Abe e Jill si trovano ad origliare la conversazione di un estraneo, rimanendone invischiati.

Al Festival di Cannes continua la gara,  “In concorso”: The Lobster  di Yorgos Lanthimos e Son of Saul  di Laszlo Neme, mentre per la sezione “Un Certain Regard”: Rams di Grimur Hakonarson e The Fourth Direction di Gurvinder Singh.