Casa green, volete sapere quanto costa costruirla?



casa
house with photovoltaic solar panel

L’attenzione per l’ecologia e la casa “green” è sempre più alta nel nostro Paese. A renderla tale è la constatazione che i costi derivanti da un uso dissennato del territorio sono elevatissimi non solo in termini di qualità della vita, ma anche puramente economici

Basterebbe ad esempio ricordare quanto successo in Liguria in occasione delle ultime alluvioni per comprendere la necessità di dirigerci verso uno stile di vita più rispettoso dell’ambiente che ci circonda. Magari proprio a partire dalla costruzione di case green.

Costi elevati? Non sempre è così

Quando si parla di case green, molto spesso si compie l’errore di credere che possano comportare un esborso troppo elevato. Un equivoco reso tale anche dalla sostanziale ignoranza di tanti operatori del settore, i quali spingono infine gli utenti a indirizzare la propria scelta su materiali tradizionali.

Un equivoco derivante anche dal fatto che troppo spesso si pensa che la casa ecologica sia un qualcosa di molto particolare, che abbia ben poco da spartire con le abitazioni di tipo tradizionale. In realtà tra i due tipi di abitazione ci sono molte parti in comune, quindi molte spese che vanno fatte sia in un caso che nell’altro.

Tra queste spese occorre ricordare quelle di progettazione, per l’acquisto del terreno edificabile, gli oneri urbanistici, gli impianti, gli infissi e le fondazioni. A differire nelle due soluzioni saranno invece la struttura portante, le finiture interne ed esterne e il tamponamento dei muri.

A quanto può arrivare l’eventuale aggravio di spesa?

Mettendo insieme gli elementi che abbiamo appena ricordato, possiamo dire che la differenza di costo tra le due versioni può aggirarsi tra il 20 e il 30%. La sorpresa, però, sta nel fatto che questo divario non sia a sfavore della casa ecologica, ma di quella costruita con materiali tradizionali.

Se per la prima necessitano tra i 1100 e i 1400 euro al metro quadrato, per la seconda ce ne vogliono invece tra i 1500 e i 1800 a metro quadrato. Una sorpresa non da poco se si considera l’assunto iniziale.

La differenza tra case green e tradizionali

L’arcano è presto spiegato se si pensa che per realizzare una abitazione di tipo tradizionale necessitano materiali spesso molto pesanti, i quali comportano quindi l’utilizzo di macchinari, mentre la casa green può essere addirittura costruita interamente a mano.

L’unico modo per annullare il divario di prezzo che abbiamo ricordato, sarebbe quello di non ricorrere a tecniche di costruzione che comportino isolamento termico, nel caso delle abitazioni tradizionali. Va però ricordato al riguardo che tutto ciò non è possibile alla luce dei nuovi regolamenti edilizi, che prescrivono appunto una serie di lavorazioni tali da raggiungere una elevata efficienza termica.

Se poi si procedesse per assurdo in tal senso, ciò che verrebbe risparmiato a livello di materiali sarebbe poi pagato sotto forma di maggiori costi energetici, ovvero in bolletta.

Ecco perché nei prossimi anni si potrebbe assistere ad una notevole crescita della quota di abitazioni green nei confronti di quelle tradizionali, con notevole vantaggio ambientale a vantaggio della comunità.

Leggi anche