Catalogna, il Parlamento vota sì all’indipendenza dalla Spagna



Catalogna Puigdemont

La Spagna vota la revoca dell’autonomia, ma il Parlamento catalano approva il processo per la formazione della Repubblica

Il Parlamento catalano ha votato la risoluzione che sancisce la nascita della Repubblica catalana e il distacco dalla Spagna. Il risultato è stato l’approvazione della dichiarazione, avvenuta tramite scrutinio segreto, con settanta voti a favore, dieci contrari e due astensioni. L’opposizione unionista ha abbandonato l’aula al momento della votazione.

La Procura di Stato spagnola ha dichiarato di essere pronta ad accusare il Presidente Carles Puigdemont per presunta “ribellione“. Il premier Mariano Rajoy ha chiarito che continuerà a perseguire la strada del commissariamento della regione spagnola: “Non c’è alternativa, convocheremo elezioni entro sei mesi. La scelta di applicare l’articolo 155 della Costituzione è una soluzione eccezionale per una situazione eccezionale.”

L’attivazione dell’articolo 155 è abusiva e ingiusta – aveva dichiarato Puigdemont al Palau de la Generalitat di Barcellona – Avrei indetto le elezioni se vi fossero state le garanzie, ma queste garanzie non ci sono”.

Secondo le prime indiscrezioni, se sarà proclamata l’indipendenza, il governo di Madrid potrebbe punire Puigdemont con 30 anni di carcere, mentre il vicepresidente Oriol Junqueras e tutti i membri del Governo potrebbero essere ufficialmente destituiti dalle cariche.

Leggi anche