Cavani
Foto: Instagram Cavani

Cavani si è messo nei guai per un ringraziamento ad un suo estimatore. L’uruguaiano ha utilizzato un termine razzista, la FA pensa alla squalifica

Edinson Cavani è da diverse ore nell’occhio del ciclone per un commento sui social. L’attaccante ha risposto ai complimenti di uno suo tifoso utilizzando un termine considerato razzista: “Grazias Negrito“. Storia che porta alla luce la vecchia disputa tra Luis Suarez ed Evra. In quel caso l’ex Barca e Liverpool venne squalificato per otto giornate.

Potrebbe interessarti:

Nel suo libro ha spiegato che nel linguaggio comune spagnolo “negrito” è una parola che viene utilizzata senza alcun fine discriminatorio, in modo gergale. Molti linguisti gli diedero ragione, ma in quel caso la difesa non venne ascoltata.

Ora come si muoverà la FA? In circostanze del genere si è dimostrata intransigente, basti pensare allo scherzo di Bernardo Silva a Mendy, con il portoghese che venne punito per aver accostato il suo compagno di squadra ad un cioccolatino famoso, che gli ricordava il suo viso. La squalifica fu di una giornata.

Il ringraziamento di Cavani con l’utilizzo della parola “Negrito” potrebbe rientrare nel razzismo involontario e quindi nella casistica simile a quella del Manchester City. Intanto l’attaccante ha rimosso la storia da Instagram, ma ormai è troppo tardi.

Letture Consigliate