Champions League femminile, Lione e Wolfsburg per la storia



champions league femminile

Champions League Femminile, mancano due giorni alla Finale della  che si terrà giovedì al Mapei Stadium. In campo due grandi d’Europa: Lione e Wolfsburg

Champions League femminile, mancano pochi giorni alla finale che per la prima volta si terrà in Italia al Mapei Stadium. #roadtoreggioemilia!!! A contendersi il titolo ci sono due grandi del calcio femminile: Lione e Wolfsburg una sorte di Real Madrid – Atletico Madrid. Entrambe le formazioni  hanno conquistato già due volte la coppa dalle grandi orecchie e giovedì una delle due entrerà nella storia conquistando la terza Champions League femminile.  Quella di giovedì sarà la ripetizione della finale del 2013 dove a spuntarla furono le tedesche del Wolfsburg a trionfare grazie al rigore trasformato al 73’ da Martina Müller.

Formazioni Finale 2013 a Stamford Bridge:

Wolfsburg: Vetterlein; Wensing, Henning, Hartmann, Popp; Blässe, Kessler, Goessling, Müller; Jakabfi (Magull 78′), Pohlers (Omilade 82′).
Lione: Bouhaddi; Petit, Georges, Renard, Bompastor; Henry, Necib, Abily (Le Sommer 67′); Thomis, Schelin, Rapinoe (Dickenmann 46′, Majri 89′).

champions league femminile
#roadtoreggioemilia – Lione

LIONE –  Il Lione è in cerca del triplete dopo aver portato a casa Ligue 1 e Coupe de France. In campionato la truppa di Prêcheur ha chiuso davanti alle cugine del PSG  che ancora una volta non sono riuscite a portare a casa un trofeo. In finale di Coppa di Francia Lotta Schellin e compagne hanno battuto 2-1 il Montpellier. Giovedi per Lotta Schellin sarà l’ultima partita con la maglia del Lione. Infatti, l’attaccante svedese, 32anne, ha deciso di non rinnovare con il club francese.  L’attaccante è arriva in Francia nel 2008 e in bacheca può contare:  5 scudetti, 2 Coupe de France, 2 Champions League femminile e un’International Women’s Club Championship. In questi otto anni ha messo a segno 116 gol in 121 partite e si spersa che nella finale possa salutare le compagne con altri gol e la vittoria della #UWCL.

CURIOSITA’ LIONEIl Lione disputa la sua quinta finale ed è a una lunghezza dal record del Francoforte. Se perde eguaglierà il primato negativo dell’Umeå, battuto tre volte in finale. Le reduci dalle due finali vinte dal Lione sono Bouhaddi, Petit, Renard, Henry, Necib, Abily, Schelin e Le Sommer. Invece, Bouhaddi, Petit, Renard, Henry e Necib hanno giocato in tutte e quattro le finali del Lione dal 2010 al 2013. Segnando in entrambe le semifinali, Lotta Schelin ha realizzato i gol numero 40 e 41 in Europa con il Lione, eguagliando e quindi scavalcando il record con un solo club detenuto da Nina Burger del Neulengbach. Schelin ha anche superato Hanna Ljungberg come migliore marcatrice svedese nelle competizioni UEFA femminili per club. Sempre parlando di gol il Lione, grazie al terzo gol contro il PSG nella semifinale di andata, è diventato la prima squadra a raggiungere 250 marcature nella competizione (il totale è di 255 in 69 incontri, con soli 26 gol subiti).  Successi:  Con una vittoria, il Lione arriverebbe a 54 successi in Europa, eguagliando il record del Francoforte. La finale sarà la 70esima partita europea del Lione. Solo Arsenal (79) e Frankfurt (78) ne hanno giocate di più. Infine Hegerberg potrebbe diventare la prima giocatrice norvegese a vincere la Champions League femminile. L’attaccante ha segnato 12 gol in questa competizione ed è a due lunghezze dal record condiviso da Pohlers (Potsdam, 2004/05), Margrét Lára Vidarsdóttir (Valur Reykjavík, 2008/09) e Célia Šašić (Francoforte, 2014/15).

Il Lione ha eliminato nell’ordine: Medyk Konin, Atletico Madrid, Slavia Praha e in Semifinale ha surclassato di gol le cugine del  PSG.

WOLFSBURG – Se il Lione spera nel triplete non è la stessa cosa per le tedesche del Wolfsburg che in campionato hanno abdicato a favore del  Bayern Monaco, ma hanno conquistato la Coppa di Germania battendo 2-1 il Sand.  Il Wolfsbur può contare, come le francesi, su un’attacco di tutto rispetto formato da Popp, Bachmann, Wullaert, solo per citarne alcune e su una difesa che conta un colosso svedese come Fischer.

CURIOSITA’ WOLFSBURGIl Wolfsburg è l’unica squadra ad aver vinto le prime due finali disputate nella competizione, potrebbe aggiudicarsi la terza a Reggio Emilia. Nessun’altra formazione ha mai conquistato il titolo tre volte in quattro anni.  In campo ci saranno anche delle ex come Dickenmann ed Élise Bussaglia sono passate dal Wolfsburg al Lione la scorsa estate. Dickenmann ha giocato al Lione dal 2009 al 2015, vincendo sei campionati e due UEFA Women’s Champions League, mentre Bussaglia ha vinto tre campionati. RECORD: L’attaccante tedesca Popp potrebbe essere la prima giocatrice a vincere quattro Champions League, poiché il primo trofeo l’ha vinto nel 2009 con il Duisburg. Con la vittoria eguaglierebbe l record di quattro titoli delle ex compagne Conny Pohlers e Viola Odebrecht. Le altre ex vincitrici del torneo che oggi militano nel Wolfsburg sono Jakabfi (2013), Almuth Schult (2014), Stephanie Bunte (2014), Nilla Fischer (2014), Verena Faisst (2014), Peter (Potsdam 2010) e Kerschowski (Potsdam 2010).

champions league femminile
#roadtoreggioemilia – Wolfsburg

Se nel Lione Hegerberg può diventare la prima norvegese a vincere la Champions anche nel Wolfsburg ci sono due norvegesi che potrebbero scrivere la storia: Synne Jensen e Caroline Graham Hansen (che però salterà la finale per infortunio). Anche Ewa Pajor può diventare la prima giocatrice polacca a vincere la finale.

Le campionesse in carica del Wolfsburg nell’ordine hanno eliminato: Spartak Subotica, Chelsea e Brescia negli ottavi di finale. In Semifinale le “verdi” hanno eliminato le cugine del Frankfurt.

CURIOSITA’ FINALE 2013: Di quel Wolfsburg restano Luisa Wensing, Alexandra Popp, Anna Blässe, Lena Goessling e Zsanett Jakabfi, mentre Lara Dickenmann è arrivata dal Lione nell’estate 2015. Di quel Lione rimangono Sarah Bouhaddi, Corine Petit, Wendie Renard, Amandine Henry, Louisa Necib, Camilly Abily, Élodie Thomis, Lotta Schelin, Amel Majri ed Eugénie Le Sommer.

STORIA DELLA PARTITA: È la sesta finale con rappresentanti francesi, la quinta con il Lione. Battuta dal Potsdam nel 2010, la formazione transalpina ha sconfitto la stessa squadra un anno dopo, ha vinto contro il Francoforte nel 2012 e ha perso contro il Wolfsburg l’anno successivo. L’altra finalista francese è stata il PSG nel 2015.
Il titolo è stato conquistato da cinque squadre tedesche – FFC Frankfurt (2002, 2006, 2008, 2015), Turbine Potsdam (2005, 2010), Duisburg (2009) e Wolfsburg (2013, 2014) – e da una sola rappresentante delle altre nazioni vittoriose: Umeå (Svezia, 2003 e 2004), Lione (Francia, 2011 e 2012) e Arsenal (Inghilterra, 2007).

Dal cambio di formato, sei finali su sette hanno visto sfidarsi una squadra francese e una tedesca (in otto finali di Coppa UEFA non era mai successo):

2010: Turbine Potsdam (GER) – Lione (FRA) 0-0, 7-6 rig., Getafe
2011: Lione (FRA) – Turbine Potsdam (GER) 2-0, Fulham
2012: Lione (FRA) – FFC Frankfurt (GER) 2-0, Monaco
2013: Wolfsburg (GER) – Lione (FRA) 1-0, Chelsea
2014: Wolfsburg (GER) – Tyresö (SWE) 4-3, Lisbona
2015: FFC Frankfurt (GER) – Paris Saint-Germain (FRA) 2-1, Berlino
2016: Wolfsburg (GER) – Lione (FRA), Reggio Emilia

ARBITRO – La Commissione Arbitrale UEFA ha annunciato che l’arbitro ungherese Katalin Kulcsár arbitrerà la finale di UEFA Women’s Champions League 2016 tra Wolfsburg e Olympique Lyonnais. La 31enne è arbitro internazionale dal 2005. In questa stagione ha diretto tre partite di UEFA Women’s Champions League, inclusa l’andata dei quarti conclusasi 0-0 tra Barcellona e Paris Saint-Germain in Spagna.champions league femminile

Squadra arbitrale finale 2016 UEFA Women’s Champions League
Arbitro: Katalin Kulcsár (HUN)
Assistenti: Judit Kulcsár, Andrea Hima (HUN)
Quarto uomo: Gyöngyi Gaál (HUN)
Arbitro di riserva: Lucia Abruzzese (ITA)

FRECCE TRICOLORI – I tifosi che asseteranno alla finale di UEFA Champions League femminile a Reggio Emilia potranno godersi anche lo spettacolo delle Frecce Tricolori, pattuglia acrobatica dell’Aeronautica Militare Italiana.

 – La partita sarà trasmessa in diretta tv su Eurosport a partire dalle 17.45 e sul canale youtube della uefa.com.

Leggi anche