Champions League: Roma-Liverpool, segui la cronaca live



Roma
Foto: Instagram Roma

All’andata la Roma si è inchinata al gran gioco del Liverpool perdendo 5-2, ora per la finale ci vuole un altro miracolo; segui la diretta testuale di Zon.it

Il 5-2 subito nel match d’andata, pesa un sacco alla Roma e vede il Liverpool con mezzo piede già in finale. Quest’anno i giallorossi ci hanno dimostrato che l’Olimpico è diventato, “La casa delle rimonte“.

Nei gironi i capitolini sono riusciti a guadagnarsi il passaggio del turno grazie ad una grandiosa partita contro il Chelsea che li ha visti vincitori per 3-0; agli ottavi hanno rimontato lo svantaggio dell’andata contro lo Shakhtar, come successo anche ai quarti contro il Barcellona.

Contro il Liverpool i giallorossi cercheranno l’ultima grande impresa, spinti dal calore del loro pubblico. Nel match di ritorno Di Francesco torna al 4-3-3, con Florenzi e Kolarov terzini e la solita coppia centrale composta da Fazio e Manolas.

L’allenatore della Roma punta su un centrocampo molto solido, composto da PellegriniNainggolanDe Rossi; avanti punta tutto sul tridente offensivo con SchickDzeko e El Shaarawy.

Klopp, per cercare di mantenere il vantaggio, scende in campo con gli stessi 11 che all’andata hanno steso la Roma. L’unico cambio è l’ingresso di Wijnaldum, che sostituirà l’infortunato Oxlade-Chamberlain.

Le formazioni ufficiali

Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Pellegrini, De Rossi, Nainggolan; Schick, Dzeko, El Shaarawy;

Liverpool (4-3-3): Karius; Alexander-Arnold, Lovren, van Dijk, Robertson,Wijnaldum , Henderson, Milner; Salah, Firmino, Mané.

Il Match:

Il calore dell’Olimpico cerca di farsi sentire per spingere i propri giocatori. Come si pensava a partire con una marcia in più, son i padroni di casa che dopo soli 48 secondi dall’inizio trovano subito il primo tiro che sfiora il palo.

Il primo vero tiro arriva al 6° con Florenzi, che prova la rete dai 20 metri ma il destro esce di poco. Dopo 9 minuti per la prima volta si fa vedere il Liverpool, e con un contropiede perfetto finalizza in porta segnando lo 0-1.

Ora la Roma per credere nel passaggio del turno deve segnare 4 reti. Lo svantaggio non abbatte i padroni di casa, che cercano di trovare il pareggio ma il Liverpool non permette l’ingresso nella propria area di rigore.

Al 15° arriva la rete dell’1-1 su uno sviluppo dalla destra da un ottimo cross di Florenzi, El Shaarawy con un colpo di testa rimette in mezzo e una deviazione sfortunata di Milner rimette la Roma in partita.

E’ una partita dai ritmi altissimi, con occasioni da entrambe le parti. Al 25° si fa rivedere il Liverpool nell’area di rigore dei giallorossi, ma Alisson manda in calcio d’angolo.

Dallo sviluppo del calcio d’angolo arriva la rete che porta in vantaggio per la seconda volta gli ospiti, con Wijnaldum. Al 35° un gran destro a giro di El Shaarawy da fuori area, colpisce il palo facendo tremare la difesa ospite.

Ancora una volta a rendersi pericoloso è Florenzi, ma il suo esterno destro esce al lato del portiere. Dopo un minuto di recupero arriva la fine del primo tempo, per andare ai supplemenatari la Roma deve segnare 4 reti senza subirne nessuna.

Secondo Tempo:

I ritmi del secondo tempo non sono calati ed entrambe le squadre cercano la rete. Dopo il forte pressing al 51° i padroni di casa trovano la rete del 2-2, con il solito Dzeko. Trovata la rete del pareggio la Roma continua a crederci, creando sempre più occasioni ma sbattendo sul muro inglese.

Al 63° clamorosa occasione per i padroni di casa, ma la difesa dei reds non si fa superare aiutandosi anche da un improvvisato portiere Arnold che con il braccio largo ferma il tiro di El Sharaawy.

Ancora un occasione per la Roma, che con Dzeko sfiora la rete del 3-2. Al 78° si rivedono i giallorossi in attacco, con il sinistro a giro di Schick che finisce fuori. L’uomo più pericoloso per la Roma è sempre Dzeko, ma Karius non si fa sorprendere.

All’86° uno strepitoso destro da fuori area di Nainggolan trova la rete del 3-2, che rende i minuti finali infuocati. A 30 secondi dallo scadere viene concesso un rigore alla Roma che potrebbe andare sul 4-2.

Sul dischetto si presenta Nainggolan che non sbaglia segnando la rete del 4-2. Dopo il calcio di rigore arriva il fischio finale che manda il Liverpool a Kiev, dove il 26 maggio incontrarà il Real Madrid.

Si interrompe il sogno della Roma, che paga la prestazione di Anfield uscita sconfitta. Dopo 11 anni il Liverpool torna a giocare una finale di Champions, l’ultima giocata è nel 2007 contro il Milan ad Atene.

Leggi anche