Cinque brani per ricordare John Lennon

Prima PaginaCinque brani per ricordare John Lennon

Il 9 ottobre 1940 nasceva a Liverpool, nel Regno Unito, John Lennon. Poeta, paroliere, polistrumentista e compositore, fu pacifista e attivista politico. La sua “Imagine”, considerata un inno alla pace, è la più importante canzone del Novecento

[ads1]

Per ricordare il suo John, la moglie Yoko Ono, una delle figure più controverse della storia della musica leggera degli ultimi trent’anni, ha organizzato una vera e propria catena umana a Central Park, a New York.

Lennon
John Lennon

In queste ore, ben 2500 persone stanno danzando insieme al suono di Imagine, la canzone che è considerata un inno alla pace e quella che la rivista musicale Rolling Stones ha piazzato al primo posto nell’elenco di quelle che hanno cambiato il mondo.

Tenendosi per mano, coloro che hanno voluto ricordare il mito di John Lennon, lo hanno celebrato formando un grande simbolo della pace in quello che è il più grande parco pubblico della Grande Mela, la città dove peraltro Lennon fu ucciso, la sera dell’8 dicembre 1980 da Mark David Chapman.

Non è comunque solo a New York che i fan di una leggenda della musica, l’uomo che il 6 luglio del 1957, mentre suonava in una chiesa di Liverpool, conobbe il quasi coetaneo Paul McCartney e con lui fondò la leggenda: il gruppo musicale più noto della storia del rock, quello che era “più famoso di Gesù” e quello che ha rivoluzionato per sempre la storia della musica leggera.

La stessa Yoko Ono, infatti, nelle prossime ore accenderà a Reykjavik la torre di Imagine Peace, mentre a Los Angeles ci sarà un altro epocale raduno di fan.

Tutto questo senza voler dimenticare la Gran Bretagna e nello specifico il Cavern di Liverpool, dove i Beatles divennero famosi e dove si riunivano per provare e per registrare i successi che li resero famosi, da “Love me do” fino a “The Long and Winding Road“.

Anche noi ci riuniamo ai fans per celebrare uno dei simboli del Novecento, uno che insieme a tanti altri personaggi della musica e non, da Bob Dylan ad Ernesto Che Guevara, sono stati i miti delle generazioni passate, in grado di influenzare ancora oggi la musica e lasciando il rimpianto, per chi è venuto dopo la loro scomparsa, di non averli vissuti.

Abbiamo scelto cinque pezzi per ricordare John:

  1. Imagine: perché è il suo pezzo più straordinario, la canzone che è tra le più influenti della musica, un inno di pace contro la tirannia dei potenti;
  2. Mother: perché è un altro pezzo che celebra l’amore, quello puro di una mamma per il proprio figlio, e il rimpianto di quest’ultimo per averle provocato dolore;
  3. Jealous Guy: che narra la crescita culturale di John, e che è pregna di significati trascendentali;
  4. Instant Karma!: che ripercorre l’immenso talento dell’artista;
  5. Mind Games: il pezzo che restò lungamente inedito, ma che contiene la frase: “Love is the answer”, vero e proprio motto del movimento pacifista

A questi dovremmo aggiungere Across the Universe, il pezzo di Lennon scelto per essere inviato nelle profondità nello spazio.

L’augurio è che un giorno qualche forma di vita sconosciuta possa sentirlo, ed emozionarsi come John Lennon riesce ancora a far emozionare noi, nonostante lui ci abbia lasciati da ormai trentacinque anni. Ancora auguri John!

[ads2]

Redazione ZONhttps://zon.it
I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Covid-19

Italia
87,285
Totale di casi attivi
Updated on 1 August 2021 - 00:05 00:05