“La classe degli asini”: Vanessa Incontrada è Mirella Antonione Casale



classe degli asini

Boom di ascolti per “La classe degli asini”, film che racconta la battaglia contro le discriminazioni dei ragazzi disabili

Boom di ascolti su Rai1 con 5.701.000 spettatori (21,93% di share) per “La classe degli asini“, in onda ieri, lunedi 14 novembre, in prima serata alle 21.10.

Film drammatico tratto da una storia vera ambientato nella Torino fredda degli anni Settanta con protagonisti Flavio Insinna e Vanessa Incontrada nei panni di Mirella Antonione Casale, insegnante e madre di una bimba con un grave problema psicomotorio, che ha intrapreso un’ardua battaglia contro la discriminazione abolendo le cosiddette “classi degli asini”,  le classi differenziali di quegli anni. Per la regia di Andrea Porporati, il film conta fra gli interpreti anche Fabio Troiano, Aurora Giovinazzo e Monica Dugo.

Una storia inclusiva e delicata, a tratti romanzata che affronta problemi societari che sfociano in quel sistema scolastico in cui emergevano i “diversi”, coloro che erano considerati violenti, pericolosi e incapaci. Interpretazioni convincenti da parte dei protagonisti che lottano per la costruzione di un domani migliore. In una scuola buia e cupa emerge la figura di Mirella Casale, quel bagliore di luce che si batte per il riconoscimento del diritto ai ragazzi disabili di frequentare la scuola dell’obbligo insieme ad altri bambini.

Dopo contrasti soprattutto burocratici e l’approvazione da parte del ministro Franca Falcucci, nel 1977, la novità “sociale” diventa legge, precisamente la 517 che abolisce definitivamente La classe degli asini. Il film si mantiene sobrio chiudendo le porte all’integrazione e alla discriminazione e spianando la strada ai valori e l’impegno della passione civile con un dolce lieto fine che ci rende orgogliosi del nostro paese ma soprattutto della nostra realtà.

Leggi anche