conte dpcm natale
immagine da pixabay

Il Presidente Conte e il Consiglio dei Ministri lavorano alle nuove disposizioni per il periodo natalizio, cosa potrebbe contenere il nuovo Dpcm?

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha illustrato quale potrebbe essere lo scenario decretato dal nuovo Dpcm in vista delle vacanze natalizie. Con l’arrivo del Natale infatti l’esecutivo dovrà pensare ad un piano per contenere i contagi adottando strategie che non gravino sul tessuto economico.

Potrebbe interessarti:

“Il periodo natalizio richiede misure ad hoc. Si rischia altrimenti di ripetere il ferragosto e non ce lo possiamo permettere: consentire tutte occasioni di socialità tipiche del periodo natalizio non è possibile ha commentato Conte. In quest’ottica gli spostamenti tra regioni potrebbero comunque essere consentiti qualora la curva epidemiologica on peggiori. In merito agli spostamenti  il Presidente del Consiglio dichiara: “ci stiamo lavorando ma se continuiamo così a fine mese non avremo più zone rosse“.

Nessuna limitazione per i negozi, “è controproducente limitare gli orari dei negozi”– ha commentato Conte. Per consentire una ripresa del tessuto produttivo del Paese l’esecutivo ha già intrapreso nuove manovre economiche. “Abbiamo stanziato 2 miliardi aggiuntivi ed è previsto uno scostamento di 8 miliardi, sappiamo quanto vale il Natale. Abbiamo messo sul tavolo consistenti ristori”– ha annunciato il Presidente del Consiglio. Le nuove misure economiche andranno a finanziare interventi interventi “per la cultura, lo spettacolo e il turismo” e “interventi anche per partite iva e autonomi”.

Queste in arrivo non saranno comunque vacanze natalizie senza limitazioni. L’esecutivo infatti mette in guardia gli italiani sulla stagione sciistica: “Tutto ciò che ruota attorno alle vacanze sulla neve è incontrollabile. Con Merkel e Macron in Europa stiamo lavorando ad un protocollo comune europeo. Ma non sarà comunque possibile consentire vacanze sulla neve, non possiamo permettercelo”– ha precisato Conte.

Il nuovo provvedimento del Consiglio dei ministri dovrebbe arriva a breve, al suo interno potrebbero inoltre essere contenute alcune disposizioni sul vaccino anti-covid“Sarà disponibile prima per le categorie vulnerabili ed esposte. Penso che il vaccino ci sarà da fine gennaio“- ha anticipato il premier. Sull’obbligatorietà del vaccino contro il Covid-19 ancora non se n’è discusso, secondo fonti ufficiali di Palazzo Chigi l’obbligatorietà potrebbe anche non essere prevista.

Letture Consigliate