Coppa Italia, Napoli-Udinese 1 a 0: analisi e cronaca della partita

Il Napoli supera 1 a 0 l’Udinese gestendo il possesso e  senza concedere occasioni da gol, gli ospiti si limitano a ripartire in contropiede

Le formazioni ufficiali di Napoli-Udinese:

NAPOLI (4-3-3): Sepe; Maggio, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Rog, Jorginho, Zielinski; Ounas, Callejon, Giaccherini. Allenatore: Sarri

UDINESE (3-5-2): Scuffet; Nuytinck, Danilo, Bochniewicz; Larsen, Hallfredsson, Balic, Jankto, Pezzella; Matos, Bajic. Allenatore: Oddo

Cronaca della partita

Primo tempo

Il Napoli parte bene, alzando il pressing e obbligando gli ospiti a buttare via il pallone sin dai primi minuti di gioco. L’ Udinese fa molta densità nella parte centrale del campo, respingendo le imbucate partenopee.

Zielinski perde un brutto pallone al 10′ ma Jankto non ne approfitta. Il Napoli gestisce il possesso senza però creare azioni da gol, i primi 15 minuti sono all’insegna dell’equilibrio. Il ritmo della partita cala vertiginosamente dopo la prima parte del match permettendo ai bianconeri di occupare bene il rettangolo di gioco.

Grande azione da gol per il Napoli al 24′: Rog sradica il pallone dai piedi di Hallfredsson per poi cederlo a Callejon che si fa ipnotizzare da Scuffet. I padroni di casa ci riprovano con Ounas che al 31′, servito da Giaccherini,  sfiora il palo alla sinistra dell’estremo difensore avversario. Molti sono gli errori tecnici che fanno perdere agli uomini di Sarri parecchi tempi di gioco. Il primo tempo finisce a reti inviolate.

Secondo tempo

Massimo Oddo cambia Jankto con De Paul al 45′, dando più ampiezza e velocità alla propria squadra; Sarri riparte con gli stessi giocatori del primo tempo. Callejon al 55′ spreca un incredibile azione da gol, per sua fortuna viene fischiato fuori gioco. Il Napoli non riesce a vivacizzare la manovra ed il mister è costretto a chiamare in causa Mertens e Insigne (sostituiti Callejon e Giaccherini).

Il numero 24 ha subito l’occasione per mettersi in mostra ma non riesce a centrare la porta da posizione defilata. Passano i minuti ma il copione della partita non cambia con un possesso palla straziante da parte del Napoli.  Ounas al 63′ sciupa una bella ripartenza, calciando alla stelle dai sedici metri. Al 70′ Pezzella è costretto a dare forfait causa crampi, entra Widmer.

Insigne al 71′ segna il gol del vantaggio: Ounas viene abbattuto ma il direttore di gara concede giustamente il vantaggio, recupera palla Mertens e repentinamente la serve a Insigne che con il piede sinistro a tu per tu con Scuffet non può sbagliare.  Scuffet al 77′ nega il raddoppio a Mertens dopo un uno-duo con un pimpante Insigne.

Il Napoli gestisce gli ultimi minuti congelando il pallone, 1 a 0 il risultato finale. I partenopei si qualificano al prossimo turno di Coppa Italia dove affronteranno la vincente tra Atalanta e Sassuolo.