Coppa Italia: passa la Lazio ai calci di rigore, sarà semifinale con il Milan



Lazio, Inter
Foto: Instagram S.S. Lazio

Nell’ultimo match dei quarti di finale della Coppa Italia, la Lazio vince ai calci di rigore e vola in semifinale dove affronterà il Milan

La Lazio è l’ultima squadra a qualificarsi per le semifinali di Coppa Italia. A Milano, i biancocelesti passano ai calci di rigore, dopo che i tempi supplementari si erano conclusi sul risultato di 1-1.

La partita

Nel primo tempo meglio gli ospiti, che però non arrivano mai vicini a creare problemi ai nerazzurri, se non con Immobile, che in girata impegna Handanovic che respinge. Nella ripresa i padroni di casa alzano il ritmo e cominciano ad affacciarsi nei pressi dell’area biancoceleste.

L’occasione più clamorosa capita sui piedi di Candreva, che raccoglie una respinta corta di Strakosha su una conclusione di Joao Mario, ma calcia clamorosamente alto da pochi passi. Nel finale doppia occasione da gol per gli ospiti. Caicedo, a tu per tu con Handanovic, si fa respingere la conclusione dal portiere sloveno. Un minuto dopo l’estremo difensore respinge in angolo un tentativo di Immobile.

Prima della fine del tempo regolamentare i nerazzurri sciupano una grande occasione da rete. Strakosha respinge una conclusione ravvicinata di Politano, sulla ribattuta Lautaro Martinez calcia alto a porta vuota.

Si va cosi ai tempi supplementari.

Nel primo tempo supplementare i nerazzurri ci provano maggiormente, ma sono i biancocelesti a sbloccare il match all’inizio del secondo supplementare con Immobile, favorito da una deviazione di D’Ambrosio che beffa Handanovic.

Al 122° Milinkovic commette fallo su D’Ambrosio. L’Arbitro assegna il calcio di rigore, nell’occasione viene espulso Radu per proteste. Dal dischetto Icardi non sbaglia e protrae il match ai calci di rigore.

Dal dischetto sbagliano Lautaro per l’Inter e Durmisi per i biancocelesti. Si arrivano agli ultimi due rigori. Nainggolan si fa parare la conclusione da Strakosha, Lucas Leiva non sbaglia e porta la sua squadra in semifinale.

Leggi anche