coronavirus
immagine da pixabay

L’Hotel de la Poste chiude i battenti per il Coronavirus. L’albergo è stato reso famoso negli anni dai cinepanettoni dei fratelli Vanzina

L’albergo più antico e famoso di Cortina d’Ampezzo chiude i battenti a causa di un focolaio di Coronavirus. Le persone contagiate fanno parte del personale della struttura.
Gherardo Manigo, titolare dell’Hotel de la Poste, ha dichiarato di non essere a conoscenza di eventuali contagi tra gli ospiti dell’albergo.

Potrebbe interessarti:

Lo storico albergo durante i recenti Mondiali di Sci vedeva andare e venire numerose persone. Tra l’altro è stato sede di “Casa Veneto”, il quartier generale della Regione.

“In realtà – ha detto il titolare – avevamo già deciso di chiudere, per mancanza di clientela. Con l’entrata in zona arancione del Veneto molti avevano disdetto, restare aperti era impossibile. Poi è uscito anche questo focolaio. Non so dire da dove o come possa essere successo”. Le parole del titolare dell’hotel sono di rassegnazione. In casi come questi non si può far altro che stringere i denti e tenere duro in attesa di tempo migliori.

Il dottor Luciano Flor, direttore generale della sanità regionale, fa il punto sui contagi di Coronavirus:  «Dal secondo giorno consecutivo  abbiamo  oltre 50 ricoveri al giorno, nel senso di differenza con i dimessi, quindi la fase è di picco. Si sta avviando una nuova ondata e siamo in piena pandemia, quindi in emergenza. Non so se sia la terza o la quarta ondata, ma i numeri dicono che siamo in crescita e si devono prendere provvedimenti. Il piano di sanità pubblica dovrà scattare con i correttivi, ovvero chiudere alcune altre attività a causa dell’andamento. Dovremo essere pronti per il fine settimana. Dal 24 febbraio stiamo aumentando e cresce l’incidenza dei positivi oggi quasi al 4% dei tamponi effettuati. La crescita non è più lenta, purtroppo»

Letture Consigliate