Coronavirus, Trump vuole invalidare l’Obamacare



Trump, Coronavirus idrossiclorochina
immagine da Pixabay

L’amministrazione Trump ha chiesto di invalidare l’Obamacare. La misura fornisce assistenza sanitaria a 130 milioni di americani

L’ultima mossa del presidente Trump: abolire la legge che tutela l’Obamacare. Questa legge, introdotta dal suo predecessore ha consentito a milioni di americani di usufruire di copertura sanitaria, fu un successo della presidenza Obama. Ora però è finita sotto accusa per alcuni ostacoli burocratici. L’avvocato dello Stato Noel Francisco sostiene che l’Affordable Care Act (ACA) è diventato invalido dopo che il precedente Congresso guidato dai repubblicani ne aveva abolito alcune parti.

La soluzione? Abolirlo del tutto. Così facendo il presidente leverà l’assicurazione salvavita a 130 milioni di americani che non possono permettersi un’assicurazione sanitaria. “La campagna del presidente Trump e dei repubblicani per eliminare le protezioni e i benefici dell’Affordable Care Act nel mezzo della crisi del Coronavirus è un atto di crudeltà.“, ha dichiarato Nancy Pelosi, speaker democratica della Camera dei rappresentanti. “Se il presidente Trump va avanti su questa strada, 130 milioni di americani perderanno le protezioni salvavita dell’ACA e 23 milioni di americani perderanno completamente la loro copertura sanitaria. Non vi è alcuna giustificazione legale e nessuna scusa morale per il disastroso piano dell’Amministrazione.

Una scelta davvero difficile da accogliere dagli americani. Se si aggiunge che gli Stati Uniti sono la nazione più colpita dal Covid-19, con oltre 124.000 morti e 2,4 milioni di infetti, la scelta di Trump è davvero ingiustificabile. Insomma sul fronte delle prossime elezioni Trump lancia un sfida a Joe Biden. Spetterà all’avversario raccogliere la sfida e mettere fine all’impero Trump.

Leggi anche