Courmayeur Noir In Festival, programma seconda giornata



ore 10

Seconda giornata del Courmayeur Noir In Festival, incontri e proiezioni

Il Courmayeur Noir In Festival è un’esperienza culturale presente da più di 20 anni sul territorio italiano. Ogni anno si propone di scoprire e riscoprire la cinematografia “noir”, soffermandosi nel tempo su autori del genere come Alfred Hitchcock, Pierre Chenal, Orson Welles, John Woo, Quentin Tarantino, Park Chan-wook. Non solo il cinema di genere, ma anche documentaristi come Emile de Antonio e Frederick Wiseman. Il Noir In Festival si dedica anche alla letteratura di genere, attraverso incontri con gli autori e premi, come il Reymond Chandler Award. Quest’edizione del festival ha il tema del doppio per confrontare due diversi linguaggi, come il noir e il giallo, cercando di far emergere le caratteristiche e le identità di questi due generi in contrapposizione.

Prima della presentazione dell’ultimo libro di Dario Argento, Paura (Einaudi), il festival comincia con il convegno “Trame, il sud in bianco e in nero” e, in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà e il Festival Trame, è l’occasione per incontrare Gaetano Savatteri e Armando Caputo, Tommaso De Pace, Costanza Quatriglio e Carmelo Sando.Courmayeur Noir in Festival

Oggi, al Courmayeur Noir In Festival, continuano le conversazioni tra letteratura e cinema noir: Giorgio Gosetti presenta Voglio vedere il sangue (Mimesis) di Leonardo Gandini; Gianrico Carofiglio l’appena premiato Jeffery Deaver, con il Raymond Chandler Award per L’ombra del collezionista (Rizzoli); Carofiglio inoltre partecipa al festival con La regola dell’equilibrio (Einuadi), introdotto da Sebastiano Triulzi; infine John Vignola presenta La ferocia di Nicola Lagioia (Einaudi).

I protagonisti del cinema del giorno sono Toni Turpia e Carmelo Sardo come sceneggiatori di Malerda, film proiettato poi alle ore 15.00 per la sezione Eventi Speciali.

I nuovi film in concorso sono Snow in Paradise di Andrew Hulme, noto montatore inglese, ricordato in particolare per il suo documentario The Imposter (2011), presentato al Sundance, e per il film televisivo Appropriate Adult (2011). A seguire Black Sea di Kevin Macdonald, che ha vinto l’Oscar per il Miglior Documentario con One Day in September, preceduto dall’incontro dal titolo “io ho paura. Le conversazioni in palcoscenico” con Alessandro D’Alatri.

Leggi anche