DEF, ecco il primo test per Giovanni Tria

Legge di Bilancio Deficit Giovanni Tria

Il nuovo ministro dell’Economia Giovanni Tria ha chiesto a Bruxelles il pareggio del bilancio e più deficit. Inoltre, auspica una revisione del DEF

Eccoci arrivati al primo nodo cruciale. Giovanni Tria è al suo primo vero test da ministro dell’Economia. L’argomento all’ordine del giorno è il DEF, varato dal ministro Padoan nell’aprile scorso. Nell’Aula di Montecitorio, è iniziata la discussione proprio sulla misura economica e sulla sua revisione.

La risoluzione di maggioranza sul DEF impegna il Governo a riconsiderare in termini brevi il quadro di finanza pubblica, nel rispetto degli impegni europei, per quanto riguarda i saldi di bilancio del triennio 2019-2021.” ha dichiarato Federico D’Incà, relatore al documento.

I temi che dovranno essere affrontati e superati con la prossima legge di bilancio sono la lotta alla povertàlo stimolo alle politiche attive, il superamento della legge Fornero e le misure per la scuola. Inoltre, Tria dovrà insistere su investimenti pubblici e la riduzione della pressione fiscale, con sostegno ai redditi più bassi.

Infine, occorrerà assumere tutte le misure per favorire il disinnesco delle clausole di salvaguardia, come l’aumento di Iva e accise.