Vuoi dimagrire? Tieni pulita la cucina



dimagrire

Un ambiente pulito fa pensare meno al cibo e ti aiuta a dimagrire, tagliando addirittura fino a metà delle calorie ingerite in una giornata

Per dimagrire bisogna anche mettersi a pulire, specie se si è stressati. E partire proprio da lì, dal luogo della tentazione: la cucina. Secondo uno studio del Food and Brand Lab della Cornell University una cucina in disordine è una cucina calorica: non fa che aumentare il nervosismo portandoci a mangiare sistematicamente di più.

La conferma arriva da uno studio americano del Cornell Food and Brand Lab, pubblicato su ‘Environment and Behavior’. Un ambiente pulito fa pensare meno al cibo, tagliando addirittura fino a metà delle calorie ingerite in una giornata.

I ricercatori hanno chiesto a un gruppo di donne sotto stress di aspettare in una cucina dove regnava il caos. In bella vista c’erano contenitori di biscotti, cracker e carote. Bene, hanno mangiato il doppio di biscotti rispetto alle volontarie che sono state fatte attendere nello stesso ambiente, ma pulito e ordinato.

dimagrireSono 98 le  donne divise in due gruppi:  alle quali è stato chiesto di trascorrere del tempo in attesa in due cucine diverse.  La prima linda e profumata, l’altra sporca, caotica e rumorosa con pentole e piatti sparsi in giro e telefoni che non la smettevano di squillare. Quindi sono stati distribuiti a caso tra le partecipanti tre questionari: ad alcune è stato chiesto di raccontare per iscritto un periodo della loro vita in cui si erano sentite sotto pressione, ad altre di un periodo in cui al contrario avevano sentito tutto sotto controllo, altre ancora hanno risposto a domande neutre sui loro gusti in fatto di libri. Insomma, nei primi due casi si è cercato di influenzare il loro umore, in un senso e nell’altro, per capire se fa  la differenza.

La prova del nove è arrivata alla fine, quando tutte le donne sono state messe davanti a ciotole piene di carote, cracker e biscotti e gli è stato chiesto di mangiarne quanti ne volevano nell’arco di 10 minuti. 
Il risultato? Le donne che hanno trascorso del tempo nella cucina sporca e hanno risposto al questionario “stressante” hanno mangiato più di tutte assumendo 110 calorie in 10 minuti, contro le 55 calorie (la metà!) delle donne sottoposte alle stesse domande ma in una cucina pulita. Inoltre tra i tre cibi hanno preferito il più dolce: i biscotti.

I motivi li spiega Lenny Vartanian, professore associato di psicologia alla University of New South Wales in Australia e autore dello studio. «Stare in un ambiente caotico ed essere stressati è negativo per la dieta – spiega Vartanian – Sembra che spinga le persone a chiedersi: “È tutto così disordinato, perché non dovrei esserlo anch’io?”. Sospetto che la stessa cosa accada negli uomini».

Gli fa eco Brian Wansink, coautore della ricerca e direttore del Cornell Food and Brand Lab: «Anche se la meditazione, come via per mantenere il controllo, potrebbe essere un modo per resistere agli spuntini per un po’, è probabilmente più facile tenere semplicemente le nostre cucine ordinate e pulite».

Leggi anche