Dream Theater, in uscita “Astonishing”

Dream Theater

L’instancabile band prog-metal Dream Theater, tra le più famose della storia del genere, rilascia il suo nuovo album dopo la trepidante attesa dei fans

 Finalmente è stata annunciata la data di uscita della nuova produzione musicale della band americana, che non smentisce la propria grandezza artistica riconfermando l’ennesimo e nuovo concept album, dal titolo “Astonishing”. L’aggettivo che da il nome al disco designa l'”incredibile” carriera dei maghi del progressive, già arrivata all’apice due anni fa, con l’omonimo album “Dream Theater”: lavoro che ha consentito non soltanto la seconda nomination ai Grammy,  ma anche l’avanzamento nella classifica “Hard Rock Albums” di Billboard.

L’album è suddiviso in due parti e consta di 34 tracce, mentre il concept è incentrato su un ambientazione retro-futuristica e una distopia post-apocalittica governata da un feudalesimo di stile medievale, location nella quale un Prescelto ha il compito di combattere un impero fondato sull’esasperazione della scienza e della tecnica, un regno dominato da fastidiose macchine metalliche e da un conformismo narcotizzante per le coscienze.

Il primo singolo che verrà rilasciato è “The Gift of Dream TheaterMusic”, il cui video presenta, per tutta la sua durata, un simpatico robot che volteggia nell’aria, talvolta scomparendo tra nuvole che sovrastano una città futuristica. Nonostante il fatto che il video sia abbastanza statico rispetto a ben altri presenti negli album precedenti (probabilmente è un video provvisorio), quest’ultimo già fornisce un assaggio del “concept” che l’album porta con sé.

Il primo brano, “The Gift of Music”, potrebbe, per alcuni fans, non costituire nulla di nuovo rispetto al passato, o magari una “caduta” di stile in termini di maggiore vicinanza al “melodico”, ma non è assolutamente criticabile il fatto che la band si sia nuovamente rimessa in gioco, con la solita quantità di innumerevoli riff e appetibile precisione tecnica.

Non si può neanche affermare che il complesso si sia discostato eccessivamente dall’essenza originaria, propria dei Dream Theater. E’ dunque comprensibile che, una band che ha segnato la storia del progressive metal degli ultimi trent’anni, possa più facilmente incorrere nel “dejavu” artistico. Per elaborare un giudizio finale sull’album occorrerà certamente attendere l’uscita dei brani successivi. Nel frattempo, ecco a voi le date del tour Europeo della band:

DREAM THEATER – EUROPEAN TOUR 2016

FEBBRAIO: 18/19 Londra – UK Palladium, 22/23/24 Amsterdam – Olanda Carre Theater,  26/27/28 Oslo – Norvegia Konserthus

MARZO: 1/2 Stoccolma – Svezia Cirkus, 4 Hannover, Germania Kuppelsaal, 5/6 Parigi, Francia – Palais des Congres, 8 Copenhagen – Danimarca DR Koncerthuset, 9 Berlino – Germania Friedrichspalast, 10 Bochum – Germania Ruhrcongress, 14 Nurnberg – Germania Meistersingerhalle, 15 Frankfurt – Germania Alte Oper Hall, 17 Milano – Teatro Degli Arcimboldi.