Eclissi lunare, come immortalarla il prossimo 16 luglio



eclssi
immagine di Pixabay

Il prossimo 16 luglio ci sarà un’eclissi lunare. Un evento suggestivo che, con i dovuti accorgimenti, può essere immortalato in foto per sempre

Il prossimo 16 luglio ci sarà un’eclissi lunare, un evento affascinante che, da sempre, tiene tutto il mondo con gli occhi verso il cielo.

Le zone in cui sarà maggiormente visibile sono, oltre all’Europa e all’Italia, anche Australia, Africa, Sud America e Asia. Quando il satellite si posizionerà nel cono d’ombra del pianeta terrà assumerò il caratteristico colore rosso. 

Fotografare l’eclissi

Esiste anche un metodo per immortalare questo fantastico fenomeno. Le attrezzature fondamentali sono un treppiedi e un telecomando per lo scatto remoto, qualora la macchina non avesse l’autoscatto.

Per catturare un’immagine ottimale bisgogna che la fotocamera  abbia le impostazioni manuali, così da combinare il tempo di esposizione e sensibilità ISO.

Un metodo ancora più semplice è possedere un telescopio o un obiettivo di lunga focale, per poter effettuare ingrandimenti più elevati. Se si stagliano anche paesaggi, conviene invece utilizzare un corto focale.  

Per fotografare le fasi dell’eclissi bisogna invece posizionare l’inquadratura ad angolo, per assecondare il percorso che compirà. Dopo aver fatto brevi scatti a intervalli di tempo regolari, bisogna metterle insieme per realizzare un’unica immagine.

 

Leggi anche