8 Novembre 2017 - 15:39

Ed Westwick accusato di stupro dall’attrice Kristina Cohen

Ed Westwick

Accura accuse di stupro nel mondo dello spettacolo Hollywoodiano. Kristina Cohen racconta delle molestie subite da Ed Westwick, il Chuck Bass di Gossip Girl

E’ iniziata una vera e propria catena senza fine nel mondo Hollywoodiano, una catena dell’orrore partita con il caso Weinstein e non ancora conclusasi. A parlare ora è Kristina Cohen che accusa Ed Westwick, Chuck Bass di Gossip Girl, di stupro.

In un lungo post su Facebook, Kristina racconta la sua storia: “Lo scorso mese è stato davvero difficile per me. Anche io, come molte altre donne, sono stata vittima di un abuso sessuale in passato, tre anni fa. Era un periodo molto buio della mia vita. Mia madre stava morendo di cancro e io non ho avuto il supporto e il tempo per elaborare il lutto del mio stupro. Ho sepolto dolore e senso di colpa per fare spazio agli attacchi di panico che sono arrivati tre mesi dopo la morte di mia madre”.

Nel post, l’attrice rivela che ripensare a quella notte, ancora ed ancora, per spiegare bene ai suo fans cosa è successo, provoca in lei tanto dolore, sente come una “continua violazione.

La sera di tre anni fa, Kristina, era stata invitata a casa di Ed Weswick insieme ad un produttore che frequentava in quel periodo. Dopo che Ed aveva proposto ad entrambi di consumare rapporti intimi, Kristina voleva andarsene ma il produttore aveva chiesto lei di rimanere fino alla fine della cena.

“Ho detto che ero stanca e volevo andarmene, cercando di uscire da quella che era gia ‘ una situazione imbarazzante.-Continua l’attrice- Ed mi ha suggerito di fare un pisolino nella stanza degli ospiti. Il produttore ha detto che saremmo stati solo altri 20 minuti e poi saremmo potuti andarcene”.

Il racconto aghiacciante

Così sono andata a letto nella stanza degli ospiti dove mi sono addormentata, mi sono svegliata bruscamente e Ed sopra di me, le dita che entrano nel mio corpo. Gli ho detto di fermarsi, ma era forte. L’ho combattuto piu’ forte che potevo, ma mi ha afferrato la faccia, mi ha detto che voleva scopare con me. Ero paralizzata, terrorizzata. Non riuscivo a parlare, non riuscivo più a muovermi. Mi ha tenuto giù e mi ha stuprata.”

“Il produttore mi ha dato la colpa. Mi dice che non posso dire niente perche Ed aveva delle persone che mi avrebbero distrutta, e che potevo dimenticare la carriera di attrice.-Scrive la Cohen- Mi ha detto che non potevo andare in giro a dire che mi aveva stuprata e che non volevo certo essere “quel tipo di ragazza”. E per molto tempo, gli ho creduto. Non volevo essere quella ragazza”.

“Spero che in futuro possa aiutare gli altri a sapere che non sono soli, che non sono colpevoli, e non è colpa loro. Così come le altre donne e gli uomini hanno aiutato me a realizzare la stessa cosa. Spero che le mie storie e le storie di altri aiuti a reimpostare e riallineare gli ambienti tossici e gli squilibri di potere che hanno creato questi mostri“.

Ed Westwick, risponde alle accuse tramite i social negando tutto. In un post, infatti, scrive di non conoscere l’attrice, di non aver mai forzato nessuna donna in nessun modo e che, certamente, non ha mai commesso una violenza sessuale. Ed Westwick