elezioni israele
immagine dal profilo ufficiale di Benjamin Netanyahu

Quasi concluse le procedure di spoglio per le elezioni in Israele. 65 seggi su 120 a Netanyahu. All’opposizione Gantz con ben 35 seggi

Giunti al 97% delle schede elettorali scrutinate, sembra ormai palese la vittoria alle elezioni in Israele del presidente uscente Benjamin Netanyahu, esponente della destra del paese. Dopo ore di attesa, questa mattina sono giunti i primi risultati che vedono aggiudicarsi alla coalizione di “King Bibi65 seggi su 120. Per quanto riguarda il numero di seggi ai singoli partiti, però, il Likud si trova esattamente alla pari con quelli del partito “Blu-Bianco” di Gantz, con 35 seggi ciascuno.

Potrebbe interessarti:

L’ex capo di Stato Maggiore in pochi mesi è riuscito a guadagnarsi la fiducia di oltre un milione di cittadini israeliani che chiedevano un cambiamento. Al termine dello spoglio ha dichiarato, come riportato da Ansa, che non si ritirerà “dal pubblico dovere di rappresentare oltre un milione di gente che ha chiesto qualcosa di differente. È una vittoria storica senza precedenti. Dobbiamo essere orgogliosi“.

Tra i partiti che si sono aggiudicati un numero minore di seggi alla Knesset, quello di Avigdor Lieberman, con 5 seggi e i partiti religiosi Shas e Torah unita, con 8 seggi ciascuno. Tutti questi hanno già dichiarato che chiederanno al presidente Reuven Rivlin di conferire l’incarico di governo a Netanyahu. Quest’ultimo avrà 47 giorni di tempo per presentare una lista, prima che l’incarico venga demandato a Gantz.

 

Letture Consigliate