Elezioni 2018, le polemiche dalla Le Pen a CasaPound



Casapound Elezioni 2018 Di Stefano

Il clamoroso fallimento del movimento nazionalista CasaPound alle elezioni politiche ha portato la questione in confini extranazionali

Nervosismo in casa CasaPound. Simone Di Stefano, uomo di spicco del partito neofascista che aspirava ad arrivare in Parlamento, ha sfogato la sua delusione in una trasmissione televisiva per i risultati deludenti alle elezioni con delle dichiarazioni velenose.

Andremo avanti così come abbiamo fatto finora. Certo, c’è rammarico per i risultati, ma noi siamo fiduciosi. Vogliamo controbattere questa piaga dei dibattiti politici monolaterali, non siamo apparsi tantissimo in televisione. A noi non è stato riservato un trattamento di favore.” ha dichiarato Di Stefano, con una vena polemica, beccandosi le risposte al veleno del conduttore.

Noi saremo comunque a fianco della Le Pen, che è l’icona che meglio ci rappresenta in Europa. Chi in Italia si atteggia a sovranista e antieuro, ponendosi all’interno di quelle coalizioni, non otterrà mai il risultato del Front National. Il voto di ieri annuncia anche un futuro piuttosto burrascoso per le placide istituzioni europee.” ha poi concluso.

Leggi anche