Euro 2016, gir. E: riscatto Belgio, l’Italia fa il bis



La Nazionale azzurra riesce a dare continuità alla vittoria sul Belgio e supera anche la Svezia, per 1-0, con un gol di Eder nel finale. Testa del girone ormai consolidata, in virtù del successo dei diavoli rossi sull’Irlanda per 3-0. La squadra di Conte agli ottavi troverà una tra Spagna, Croazia e Rep. Ceca

I ragazzi di Antonio Conte ribaltano tutte le previsioni e tutti i pronostici di inizio Europeo, concludendo la prima fase della manifestazione in testa al girone, con ancora una partita da disputare, in programma Mercoledì 22 Giugno contro l’Irlanda. Dopo la bella prestazione dell’Italia contro il Belgio, arriva la seconda vittoria, questa volta per 1-0, contro la Svezia di Zlatan Ibrahimovic: a decidere la gara è un gol di Eder nelle battute conclusive. L’altro match vede il netto trionfo, con un perentorio 3-0, di Hazard e compagni contro l’Irlanda di Robbie Keane, grazie ad una doppietta di Lukaku e ad una rete di Witsel.

ITALIA – SVEZIA 1-0    Serviva una conferma, una risposta che potesse dare continuità al prezioso lavoro svolto contro il Belgio, e l’Italia questa risposta l’ha data. Dopo i primi tre punti conquistati nella gara d’esordio, la Nazionale italiana riesce a ripetersi, battendo con un faticoso 1-0 la Svezia di Ibrahimovic ed ipotecando così la qualificazione agli ottavi di finale con una giornata d’anticipo.

Eder firma il gol che consente agli azzurri di battere la Svezia.

Il match è molto complicato, soprattutto nella prima frazione, con la Svezia che fa la partita; gli azzurri, che non riescono a prendere in mano le redini del gioco, sono costretti a rinchiudersi nella propria metà campo per provare a ripartire in contropiede, ma senza avere successo. Dal canto suo Ibra e compagni si fanno pericolosi con qualche combinazione o cross all’interno dell’area di rigore italiana, ma senza mai concludere verso la porta difesa da Buffon, grazie soprattutto al perfetto lavoro difensivo, sempre amministrato dai senatori juventini Bonucci, Barzagli e Chiellini. La prima parte di gara non regala particolari emozioni e si conclude a reti bianche.

La ripresa è più vivace, con i ragazzi di Conte che entrano in campo con una mentalità più offensiva rispetto al primo tempo, che gli consente di rendersi insidiosi con alcune verticalizzazioni. Dopo un avvio di secondo tempo ad alta intensità, l’incontro riprende lentamente la fisionomia dei primi 45 minuti. La gara si accende nel finale , quando intorno all’80’ Parolo raccoglie un cross di Giaccherini e, di testa, colpisce la traversa. Al minuto 88 l’Italia trova il gol partita: rimessa laterale lunga di Chiellini, Zaza stacca in elevazione premiando l’accorrente Eder, il quale salta due avversari e piazza il pallone là dove Isaksson non può intervenire.

Dopo il vantaggio, l’Italia si occupa principalmente di amministrare e difendere il punteggio fino al termine, anche se avrebbe l’opportunità di raddoppiare con un contropiede che conduce Candreva a sferrare un tiro ravvicinato, deviato però in angolo dall’estremo difensore svedese che copre bene il suo palo. La Svezia non è in grado di reagire e l’incontro, dunque, si conclude 1-0 in favore della nostra selezione.

Con questa vittoria, l’Italia si assicura il primato del gruppo E, anche in virtù del successo del Belgio sull’Irlanda. Adesso bisognerà attendere la sfida contro i verdi di O’Neill, per poi concentrarsi esclusivamente sulla gara degli ottavi, in programma Lunedi 27 Giugno alle ore 18, contro una tra Spagna, Croazia e Rep. Ceca.

Il tecnico Antonio Conte, vista ormai la prima posizione aritmetica nel girone, concederà un turno di riposo ai cosiddetti “titolari” per permettere a coloro che hanno avuto meno spazio di mettersi in mostra in questa vetrina europea; tra l’altro, il tecnico azzurro deve cercare di dosare le forze dei suoi uomini e rischiare il meno possibile in merito ad eventuali squalifiche per il turno successivo, vista la buona quantità di giocatori sotto diffida.

Tabellino gara

Italia (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, De Rossi (Thiago Motta), Giaccherini, Parolo, Florenzi (Sturaro), Candreva, Pellè (Zaza), Eder.

Svezia (4-4-2): Isaksson, Olsson, Granqvist, Johansson, Lindelof, Ekdal (Lewicki), Kallstrom, Larsson, Forsberg (Durmaz), Guidetti (Berg), Ibrahimovic.

Arbitro: Kassai (Ungheria).

Stadio: Stade Municipal (Tolosa).

Ammoniti: De Rossi, Buffon (Italia) – Olsson (Svezia).

Lukaku, autore di una doppietta con il suo Belgio.

BELGIO – IRLANDA 3-0    I diavoli rossi di Wilmots riscattano pienamente la sconfitta rimediata nella gara iniziale contro l’Italia, imponendosi con una netta vittoria sull’Irlanda, accompagnata da una prestazione da grande squadra; i ragazzi di O’Neill, che bene avevano fatto nel match d’esordio, non si rendono quasi mai pericolosi e si arrendono ad un Belgio troppo superiore sul piano tecnico e tattico.

Il primo tempo è di marca belga, con Carrasco e Alderweireld tra i più pericolosi; ci prova anche De Bruyne dalla distanza, ma la gara non si sblocca nonostante il forcing dei rossi. Per vedere il primo gol bisognerà aspettare i minuti iniziali del secondo tempo, quando Lukaku riceve palla al limite dell’area irlandese e, con un tiro preciso, piazza la sfera in fondo al sacco, battendo imparabilmente il portiere avversario Randolph. Al 61′ arriva il raddoppio con Witsel, abile ad inserirsi in area e a realizzare di testa il 2-0.

Passano dieci minuti e Lukaku firma la doppietta personale, chiudendo la partita e regalando il 3-0 alla sua nazionale; nell’azione del terzo gol, grande merito va ad Hazar, il quale mette il compagno nelle migliori condizioni per segnare. Il Belgio, adesso, si giocherà il secondo posto con la Svezia, nel prossimo incontro; per passare il turno, ai diavoli rossi servirà una vittoria o un pareggio. L’Irlanda, invece, è quasi fuori.

Tabellino gara 

Belgio: Courtois, Meunier, Alderweireld, Vermaelen, Vertonghen, Witsel, Dembelè (Nainggolan), Carrasco (Mertens), De Bruyne, Hazard, Lukaku (Benteke).

Irlanda: Randolph, Coleman, O’Shea, Clark, Ward, Hendrick, Whelan, McCarthy (McClean), Brady, Hoolahan (McGeady), Long (Keane).

Arbitro: Cakir (Turchia).

Stadio: Matmout-Atlantique (Bordeaux).

Ammoniti: Hendrick (Irlanda) – Vermaelen (Belgio).

Questa la classifica del Gruppo E dopo la seconda giornata:

ITALIA           6

BELGIO         3

SVEZIA          1

IRLANDA      1

Di seguito, invece, il punto sul gruppo F.

Leggi anche