Maneskin - Zitti e buoni, Eurovision
Immagine da comunicato

Eurovision Song Contest: Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio commenteranno la finale. Saverio Raimondo ed Ema Stokholma le semifinali

Saranno Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio, in collegamento da Roma, a commentare la finale dell’Eurovision Song Contest che vedremo sabato 22 maggio in diretta da Rotterdam, nei Paesi Bassi. Saverio Raimondo ed Ema Stokholma, invece si occuperanno de le semifinali, che si terranno il 18 e il 20 maggio. Quest’anno, quindi, non rinunceremo alla nota gara europea, che causa pandemia lo scorso anno era stata annullata.

Potrebbe interessarti:

A rappresentare l’Italia ci saranno i neoeletti vincitori di Sanremo 2021, i Maneskin con la loro “Zitti e Buoni”. Per l’occasione presenteranno una nuova versione del brano, reso più politically correct e più in linea con le regole della gara canora, che vedrà come loro avversari cantanti da quasi tutta Europa (e non solo).

Lo scorso anno, se la gara avesse avuto luogo a rappresentarci ci sarebbe stato Diodato con la sua “Fai Rumore”; brano che aveva anche avuto ottimi riscontri sul panorama europeo. In mancanza della gara, ogni candidato ha però presentato un video con il canzone candidata e Diodato ci ha regalato una delle esibizioni più suggestive del 2020. Ha, infatti, cantato in maniera quasi invocativa, la sua “Fai Rumore” in un’Arena di Verona deserta.

Nel frattempo, aspettando di vedere come andranno le cose, speriamo che i Maneskin riescano a farci vedere la vittoria, dopo averla quasi sfiorata con Soldi di Mahmood nel 2019. L’ultima appartenente all’Italia per l’Eurovision Song Contest risale invece al 1990 con il brano “Insieme: 1992” di Toto Cutugno. La prima, invece, è quella di Gigliola Cinquetti con “Non ho l’età” nel 1964.

Letture Consigliate