Non tutti sanno che tra tanti colori il social network Facebook è blu per far fronte alla malattia del suo fondatore Mark Zuckerberg

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Nel 1958 Domenico Modugno cantava Nel blu dipinto di blu. Le sue parole non si riferivano al colore di Facebook, ma alla vita all’aria aperta che rende felici, quella che sembra interessarci sempre meno. A discapito di quel blu del cielo, ci immergiamo nella vita virtuale di Facebook che fin dalla sua nascita qualcuno ha colorato di quella tonalità.

Però non tutti conoscono perché sia proprio blu il colore del social network più famoso al mondo.

Anticamente questo colore non era apprezzato da greci e romani perché era il colore degli occhi dei barbari. Poi, con l’avvento del Cristianesimo, il blu diventa un colore sacro, rappresenta la vergine Maria.  La simbologia del blu è piena di significati diversi, si va dal colore della sofferenza a quello del centro dell’universo. In Oriente si pensava perfino che gli occhi blu erano segno di poteri magici.

facebook bluNiente di tutto questo riguarda la scelta del colore blu per Facebook. Il fondatore ha voluto proprio il blu per via della sua malattia: un’inabilità a percepire una parte dei colori. Mark Zuckerberg, affetto da daltonismo, non riesce a distinguere il rosso e il verde. Il blu è l’unico colore che distingue rispetto alle altre luci di diversa lunghezza d’onda.

Non solo Facebook è in blu; è infatti il colore preferito anche dagli altri social network. Twitter, Tumblr, Flickr e Linkedin, per citarne solo alcuni, usano il blu.

domenico modugnoMolti ritengono che il blu sia un colore soporifero, che dà quasi assuefazione non facendoci discostare dal social network. Non sappiamo se sia a causa del blu, ma sempre più spesso non riusciamo a fare a meno della vita parallela in rete. Restiamo immersi nel blu dipinto di blu, ci dipingiamo le mani e la faccia di blu!

[ads2]

Letture Consigliate