Fase 2: le regole per gli spostamenti in auto in sicurezza



fase 2 auto
immagine da pixabay

Con l’inizio della Fase 2 sono ancora molti i dubbi che interessano gli italiani, dubbi che riguardano soprattutto gli spostamenti. Vediamo insieme le regole per muoversi in sicurezza al volante

Fase 2 e spostamenti in auto, vediamo insieme come cambiano le regole ai tempi del Covid-19. Con l’arrivo d’emergenza sanitaria, abbiamo dovuto totalmente stravolgere modi e abitudini quotidiane, tenendo alta l’asticella dell’attenzione. Dopo la fase di lockdown, dal 4 maggio è ufficialmente partita la Fase 2.

Argomento piuttosto controverso della cosiddetta fase di convivenza con il virus, riguarda soprattutto gli spostamenti in auto. Come e quando viaggiare? Quali precetti rispettare? Il sito automobile.it dopo aver analizzato l’ultimo DPCM datato 26 aprile, ha isolato alcune regole da rispettare per muoversi in sicurezza.

Iniziamo con il precisare che l’ultimo decreto lascia più ampio respiro alle situazioni di interazione sociale, è infatti possibile spostarsi per incontrare i congiunti. Questa motivazione rientra nella spunta “situazioni di necessità” e va ad aggiungersi alle esigenze lavorative e di salute. Dunque anche nella Fase 2 è possibile spostarsi per motivi di salute, lavoro e di necessità.

Via libera agli spostamenti in auto o a piedi all’interno della propria regione di appartenenza, resta il divieto di mobilità tra le regioni, salvo per le esigenze suddette o per raggiungere il proprio domicilio. Resta anche l’obbligo di autocertificazione, indispensabile per muoversi a piedi o in auto.

Autocertificazione

Il guidatore è tenuto a giustificare il motivo del proprio spostamento pertanto è bene avere una copia dell’autocertificazione all’interno della vettura. Tuttavia precisiamo che qualora l’interessato non avesse con sé copia del documento, sarà compito delle forze dell’ordine fornire una copia e controfirmarla insieme al conducente del veicolo.

Mascherina

È necessario indossare i dispositivi di protezione se si è al volante in compagnia di soggetti non i quali non conviviamo. Se infatti il conducente è solo, oppure porta a bordo membri del proprio nucleo familiare e conviventi, non sarà obbligatorio ricorrere alla mascherina.

Posizione dei passeggeri

Nel DPCM relativo alla Fase 2 non compaiono specifiche relative al distanziamento in auto. Tuttavia seguendo le regole del buonsenso, sarà bene rispettare un minimo di distanza l’interno dell’autovettura, stando attenti a non superare il numero massimo di tre passeggeri a bordo. 

Sanzioni e buonsenso

Rispettando queste regole sarà possibile affrontare in sicurezza la Fase 2, i trasgressori saranno infatti punibili con sanzioni amministrativi che vanno dai 400 fino ai 3000 euro. Gli spostamenti in auto sono tra quelli più utilizzati dagli italiani. In questo periodo in cui il Covid-19 ha fortemente cambiato il trasporto pubblico, salire a bordo della propria auto può rappresentare una valida alternativa, alla quale però ricorrere con prudenza e buonsenso.

 

Leggi anche