Franca Valeri racconta l’incontro con Mussolini: “Non mi fece pena”



Franca Valeri

La quasi centenaria Franca Valeri ha raccontato in un’intervista al Corriere il suo “incontro” con Benito Mussolini in Piazzale Loreto

L’attrice Franca Valeri si racconta in un’intervista concessa al Corriere della Sera: tra i tanti passaggi, la quasi centenaria ha parlato dei momenti più brutti della sua vita e degli avvenimenti che l’hanno segnata. In particolare, il momento in cui vide Benito Mussolini a testa in giù (insieme a Claretta Petacci) a Piazzale Loreto dopo la seconda guerra mondiale.

Mio padre era ebreo e quando vide sul giornale la notizia delle leggi razziali, pianse, racconta con emozione la Valeri. “Mi recai a Piazzale Loreto, nonostante le paure di mia madre perché a Milano si sparava ancora –  continua – andai personalmente perché volevo vedere se il Duce era davvero morto. Non ho provato alcuna pietà nei suoi confronti. E’ facile giudicare a distanza, ma le cose bisogna averle vissute per provarle davvero“.

Franca Valeri ha quasi 100 anni e racconta anche della sua giovinezza tardiva: iniziò il 25 aprile, giorno della Liberazione. Lei cullava il sogno di raccontare al padre – Luigi Norsa – del lavoro ottenuto al comando americano, dove divenne interprete di francese e inglese. Ma lui ed il fratello Giulio furono costretti a scappare di casa a causa della guerra, mentre lei e la madre si dovettero nascondere per evitare di essere prese dai nazisti viste le loro origini ebraiche.

Leggi anche