Uomo si frattura il pene durante rapporto amoroso

pene

Il fatto è successo in India. L’uomo dopo aver consumato il rapporto sessuale si è fratturato il pene

Fare l’amore a volte può diventare veramente pericoloso. Un uomo dopo aver consumato il suo rapporto sessuale è stato ricoverato d’urgenza per emorragia interna. Il pene era diventato totalmente nero ed inclinato.

Il sesso era troppo vigoroso per quest’uomo che si è ritrovato “il pene fratturato” ed inclinato in maniera innaturale.

La frattura del pene o peniena, anche denominata sindrome del chiodo rotto, è un raro trauma del pene che consiste nell’improvvisa e dolorosa rottura della tonaca albuginea dei corpi cavernosi, dovuta a un colpo violento verificatosi durante l’erezione. Traumi simili, se avvenuti a pene flaccido ad esempio durante l’attività sportiva o per l’utilizzo di armi da fuoco, non vengono invece definiti fratture, ma semplici traumi penieni.

Il paziente avverte classicamente un dolore improvviso, seguito da un’immediata detumescenza. La diagnosi di tale condizione è clinica, ma si può avvalere di tecniche di imaging quali l’ecografia e la risonanza magnetica. Il trattamento d’elezione è l’intervento chirurgico, che si è dimostrato migliore in tepenermini prognostici rispetto alla terapia conservativa.

Ricoverato d’urgenza in India per l’emorragia interna. Il pene era diventato totalmente nero ed era inclinato in maniera innaturale.

 Il protagonista di questa disavventura è un 32 enne di New Dehli, in India. Durante l’amplesso ha detto di aver sentito uno “schiocco” e poi un dolore inummaginabile al pene.

Subito dopo è partita la corsa all’ospedale, dove l’uomo è arrivato con il pene completamente nero e piegato in maniera innaturale. Al pronto soccorso è stato immediatamente soccorso e trasportato d’urgenza in sala operatoria per l’emorragia.

Secondo l’ecografia, a provocare la “frattura” del pene sarebbe stata la forza con cui l’uomostava conducendo l’amplesso, movimenti che hanno provocato in qualche modo la rottura di quelli che sono i corpi cavernosi dell’organo genitale.