Gino Paoli: “Ecco di cosa parla davvero Il Cielo in una Stanza”

Gino Paoli

In un’intervista a Libero, il cantautore Gino Paoli svela l’ispirazione dietro ad una delle sue canzoni più amate, Il Cielo in una Stanza: “Parla dell’amore per una prostituta”

L’amore per una prostituta, l’orgasmo scaturito da un incontro occasionale con la sua musa, sta dietro ad una delle canzoni più amate e ricantate di Gino Paoli, Il Cielo in una Stanza.

A rivelarlo è lo stesso cantautore genovese che, in un’intervista al quotidiano Libero, racconta:

“Sì, Il Cielo in una stanza parla di un’orgasmo. Era per una prostituta di cui mi ero innamorato, perchè le ragazze a quei tempi non te la davano, ed è dedicata ad un gesto umano e mistico , che proietta in una dimensione dove sei tutto e niente”.

E poi ancora:

Siccome descrivere l’atto e’ impossibile, ho trovato questa tecnica: ci giro intorno, il non detto arrivo a suggerirlo con l’ambiente

Un’altra cosa impossibile per Paoli è spiegare cosa sia l’amore:

L’amore non ha senso logico: c’e’ questa complicazione del sesso ma anche una buona dose di amicizia

Questo afferma Gino Paoli che con le sue ex è rimasto sempre in buoni rapporti, in particolare con quelle “storiche” e impresse nell’immaginario comune: l’attrice Stefania Sandrelli e la cantante Ornella Vanoni;

Sono molto amico di entrambe, e sempre pronto a correre da loro quando hanno bisogno

Paoli e la Politica

Infine, nella stessa intervista Paoli accenna al suo rapporto con la politica ed in particolare con Beppe Grillo, leader spirituale del Movimento Cinque Stelle:

Io e Beppe siamo amici, ma non per questo voto m5s. sono d’accordo con quello che dice, non su tutto il resto; abbiamo idee politiche molto diverse