Giornata internazionale dell’infanzia: tuteliamo il futuro

Prima PaginaGiornata internazionale dell'infanzia: tuteliamo il futuro

Il 20 novembre viene celebrata la Giornata Internazionale dell’infanzia, valori e diritti per un importante appuntamento con gli adulti di domani

[ads1]

In un’epoca difficile come la nostra sembra ancora più necessario ricordare l’importanza dei diritti che ogni Stato deve assicurare ai suoi piccoli cittadini. IL 20 Novembre 1989 venne approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite la Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

In tale occasione vennero fissati su carta i principi fondamentali con cui ogni Nazione assicura cure, protezione e ascolto ai suoi minori.

Tutto ciò sembra scontato e naturale, perfino dalla natura siamo abituati a ricevere esempi da animali feroci che proteggono i cuccioli e assicurano la loro crescita spesso a costo della propria vita; eppure noi “umani” abbiamo bisogno di ricordare in questa giornata che denutrizione, abusi e violenze sono pericoli da cui tener ben lontano i nostri piccoli.

giornata internazionale dell'infanziaLa Giornata Internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza viene ricordata ogni anno e rappresenta un momento collettivo di riflessione sulle problematiche della
nostra società, partendo dal mondo dei più piccoli, molto spesso calpestato brutalmente o ignorato dagli adulti.

Tutti i grandi sono stati bambini una volta.

(Ma pochi di essi se ne ricordano).

Così scriveva Antoine de Saint-Exupéry nel suo capolavoro sull’infanzia “Il Piccolo Principe” un classico intramontabile il cui messaggio ha segnato intere generazioni.

I bambini sono il futuro e in quanto tale abbiamo il compito di fare tutto il necessario affinché possano crescere ed evolversi nel migliore dei modi e magari riuscire nelle imprese in cui noi abbiamo fallito.

Un progetto importante che si inserisce in questa giornata è “In farmacia per i bambini” un’iniziativa che coinvolge 1100 farmacie italiane con l’intento di raccogliere farmaci, alimenti e prodotti pediatrici da donare ai 250 enti (Case famiglia, Comunità per minori, Comunità mamme e figli) che si occupano di minori in difficoltà sanitarie sul nostro territorio e ad Haiti  (clicca qui per l’elenco delle farmacie aderenti in Italia).

Non solo diritti, ma anche valori sono all’insegna di questa giornata. Educazione, rispetto e sensibilità verso gli altri sono valori fondamentali che necessitano di essere appresi nell’età più giovane. Su questa linea si inserisce lo spot realizzato da Palomar per l’Autorità Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza e vede la partecipazione dei giovani attori della fiction “Braccialetti Rossi” (qui il video).

“La diversità è una ricchezza” è questo il messaggio di cui si fanno portavoce Mirko Trovato (Davide), Pio Luigi Piscicelli (Tony), Denise Tantucci (Nina) e Daniel Lorenz Alviar Tenorio (Chicco) cercando di arrivare soprattutto ai giovani che spesso si riflettono nelle loro storie.

«Si vedono troppi episodi di intolleranza, di non accettazione di chi la pensa o si comporta diversamente da noi. È dal confronto e dal dialogo che si costruiscono modelli di convivenza e si migliora la realtà. I Braccialetti Rossi hanno avuto una presa sui giovani senza eguali e sono diventati in qualche modo dei “modelli” perché non rinunciano al proprio futuro, perché credono nell’amicizia, perché non si chiudono in se stessi, ma si aprono agli altri, perché non si arrendono».

Così il Garante ha spiegato la nascita dello spot “La diversità è una ricchezza” che verrà trasmesso da varie emittenti televisive, al cinema e sulle piattaforme online. E allora non arrendiamoci e lottiamo per consegnare ai giovani un futuro migliore!

[ads2]

Elena Russohttp://zon.it
Giornalista pubblicista dal 2019. Collaboro con la grande famiglia di Zon dal 2015. Testarda, determinata, instancabile sostenitrice dei diritti umani. La prima volta che ho scritto qualcosa per dar voce ad una situazione di ingiustizia avevo 8 anni, oggi so che quel giorno ha dato il via ad una ribellione.

Covid-19

Italia
94,216
Totale di casi attivi
Updated on 4 August 2021 - 18:12 18:12