greta menchi

Greta Menchi, giunta al Giffoni Film Festival per presentare il film “L’A.S.S.O. nella manica”, ha raccontato ai ragazzi come muoversi nel mondo della rete tra rischi e opportunità

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Greta Menchi ha aperto la kermesse di ospiti  della sesta giornata del Giffoni Film Festival. La giovanissima icona del mondo dei blogger, ha prestato la sua voce a Casey, uno dei personaggi del film “L’A.S.S.O. nella manica”, misurandosi per la prima volta con l’attività di doppiaggio.

Il film, in uscita nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 19 agosto, ha già riscosso una calorosa accoglienza di pubblico e critica in America. Distribuito da  Eagle Pictures e Leone Film Group sarà proiettato in anteprima nazionale nella Cittadella del cinema. Da domani sarà possibile prenotare le prevendite del film.

Giovane, simpatica e genuina, Greta Menchi si racconta ai microfoni dei giornalisti in sala stampa. La sua fama nasce per caso. Durante gli anni del liceo ha iniziato, per gioco,  a girare dei video nella sua cameretta, descrivendo la sua quotidianità. Il web è diventato poi una sorta di diario personale che le ha dato la possibilità di esprimersi e di creare un proprio pubblico.

“Il web crea delle opportunità interessanti: il doppiaggio, ad esempio, mi ha permesso di avvicinarmi al mondo del cinema, un ambito che da sempre mi affascina e per questo mi ritengo molto fortunata”.

Il mondo della rete, tuttavia, comporta anche dei rischi. “Bisogna stare molto attenti a quello che si posta in rete, io mantengo sempre un margine che è quello della mia vita privata. È importante, inoltre, segnalare quei contenuti inadeguati che rischiano di diventare virali”.

[ads2]

Letture Consigliate