3 Gennaio 2022 - 16:03

Icardi-Juventus, pro e contro per l’argentino alla corte di Allegri

Icardi

Mauro Icardi è il grande nome per l’attacco della Juventus in vista del possibile addio di Morata. L’ex-Inter è l’uomo giusto per Allegri?

Il calciomercato ha riaperto ufficialmente le porte per la sessione invernale: in casa Juventus tiene banco la questione del bomber. Alvaro Morata sembra in procinto di accasarsi al Barcellona e pertanto Max Allegri avrà la necessità di avere un nuovo 9 per cercare di riagguantare la zona Champions League. Il primo nome in pole position è quello di Mauro Icardi.

L’argentino sembra essere sempre più ai margini del progetto Paris Saint Germain e potrebbe così essere il nome grosso per quel che riguarda il mercato di gennaio. I bianconeri stanno effettuando alcuni sondaggi per l’ex-capitano dell’Inter e valutare l’eventuale disponibilità per un ritorno in Italia. Una trattativa complicata ma Cherubini vuole provare ad andare fino in fondo. Ma Mauro Icardi è un bene o un male per l’attacco della Juventus?

Pro: intesa albiceleste con Dybala e gol garantiti

L’eventuale acquisto di Mauro Icardi per la Juventus ridarebbe un vero e proprio bomber alla causa bianconera. Dall’addio di Gonzalo Higuain – eccezion fatta per Cristiano Ronaldo – nessuno è riuscito a raccogliere al meglio l’eredità.

E dunque chi meglio di un albiceleste purosangue per provare a sfatare questo tabù che dura ormai da troppo tempo. Il curriculum del 28enne di Rosario vanta quasi 400 presenze tra Sampdoria, Inter e PSG con 203 gol in tutte le categorie: il “9” perfetto per rispondere ai connotati necessari per il nuovo 4-2-3-1 di Max Allegri. Con l’eventuale arrivo di “Maurito”, la Juventus si vestirà elegante per ballare il tango: infatti con Paulo Dybala si formerà la coppia argentina per dare l’assalto al 4° posto e cercare di andare più avanti possibile nella fase finale della Champions League.

Da parte di Icardi c’è già il placet per il trasferimento alla Juventus, visti gli appena 928 minuti disputati in questa prima parte di stagione con appena 5 gol segnati. L’obiettivo del centravanti è quello di provare a riconquistare la Nazionale, anche in vista dell’imminente Mondiale in Qatar nel prossimo novembre. Pertanto, un attaccante in cerca di riscatto combinato all’identikit perfetto per essere il ‘9’ della Juventus sono la soluzione giusta per risolvere il problema del gol.

Contro: Affare pesante, anche fisicamente

La parte complicata dell’affaire Icardi-Juventus è legata alla trattativa con il Paris Saint Germain. Infatti, il club transalpino non ha problemi nel far partire il calciatore alla volta di Torino ma la problematica sorge a livello economico.

I bianconeri sarebbero disposti ad offrire il prestito oneroso ed inserire il diritto di riscatto a cifre ancora non definite. Ma il PSG non sembra essere d’accordo in merito: il ds Leonardo punta ad una cessione con l’inserimento dell’obbligo di riscatto o a titolo definitivo per evitare di avere un ritorno del calciatore a Parigi. Il mercato invernale però è appena iniziato e possono esserci novità col passare dei gironi.

Un affare pesante quello legato a Mauro Icardi, così come sembra essere “pesante” la situazione fisica del calciatore. Infatti, stando ad alcuni scatti pubblicati da Wanda Nara nei giorni scorsi, la condizione del classe ’93 sembra essere lievemente degenerata e mostra qualche chilo di troppo. Un aspetto da non sottovalutare in vista dell’eventuale trasferimento alla Juventus.

Allegri vorrebbe avere un attaccante già pronto fisicamente per scendere in campo e di certo un Icardi in versione “sovrappeso” non aiuterebbe per la causa bianconera con Cherubini che potrebbe virare così su un altro obiettivo. Situazione da monitorare, sotto tutti i punti di vista.