L’icona di Facebook cambia, la donna sta avanti

Donna ZON L'icona di Facebook cambia, la donna sta avanti

Facebook si fa più “femminile”, anzi più attento alle questioni di genere: l’icona dei gruppi e degli amici porta il maschio alle spalle della donna

Piccola ma grande novità per Facebook. Oltre ad aver (leggermente) modificato il font del suo logo aziendale, Facebook ha fatto altre piccole modifiche ad alcune delle sue icone, dando maggior risalto alle sagome che rappresentano figure femminili.

- Advertisement -

facebook_logoAll’arrivo gioioso di una nuova richiesta d’amicizia, la notifica che vede raffigurato l’uomo bianco su uno sfondo azzurro, posizionato prima della donna, cambia. La nuova icona sarà invertita da questo punto di vista: prima la figura femminile e poi quella maschile. Non ci saranno più differenze uomo-donna, un po’ di galanteria non guasta nemmeno nei social, soprattutto su quello più importante.

Il tutto è stato raccontarlo su Medium, ponendo l’accento su un particolare a cui la maggior parte delle persone non ha probabilmente fatto caso, la design manager di Facebook Caitlin Winner, spiega che la prima idea era quella di disegnare una doppia silhouette, con due persone di pari dimensioni, senza una linea dura che indica chi sta davanti. Successivamente ha abbandonato quest’idea e ha deciso di disegnare una donna, leggermente più piccola, di fronte all’uomo. “Come donna, educata in un college femminile, era difficile non leggere il simbolismo dietro le icone.”

- Advertisement -

facebooc_iconaAnche l’icona dei gruppi cambia portando una donna in primo piano. Alle sue spalle troviamo due figure: quella di un uomo e quella di un pelato, che non indica l’amico “palestrato” che ha perso tutti i capelli sudando tra attrezzi e ormoni, la terza figura rappresenta un genere neutro, così, per accontentare proprio tutti.

Il direttore operativo Sheryl Sandberg ha replicato sul suo profilo: “I simboli hanno un grande significato e una piccola immagine può farsi portatrice di un messaggio enorme”. Non sottovalutiamo questo cambiamento in una società virtuale.

E tu, cosa pensi? Credi che la nuova icona sensibilizzi alla parità di genere o pensi sia un gesto inutile e femminista?

- Advertisement -
Avatar
Palma Bottahttps://zon.it
Classe 1989, laureata in lettere moderne con una tesi sulla nuova comunicazione con l'#. Appassionata e curiosa. Convinta sostenitrice dei new media e delle donne, soprattutto della forza che quest'ultime regalano, in altre parole: femminista simpatica. Curatrice e amministratore del blog Tè in Metropolitana. Con molto entusiasmo entra a far parte della famiglia Zon dal settembre 2014.

Covid-19

Italia
155,442
Totale di casi attivi
Updated on 22 October 2020 - 07:28 07:28