Il Giudizio Universale di Michelangelo diventa permanente a Roma



artonauti

Lo spettacolare show sul Giudizio Universale di Michelangelo diventa permanente all’Auditorium della Conciliazione di Roma

Giudizio Universale. Michelangelo and the Secrets of the Sistine Chapel, è l’imponente spettacolo che ha scelto i linguaggi del live show contemporaneo per narrare la storia del capolavoro michelangiolesco all’Auditorium della Conciliazione di Roma.

Infatti, talenti mondiali come Sting, gli scenografi Bruno Poet e Rob Halliday, fino al nostro Pierfrancesco Favino, hanno lasciato il proprio segno nel progetto ideato da Marco Balich. Tale idea, inoltre, nasce per connettere la grande arte italiana alle emozioni dell’entertainment.

L’evento è realizzato dall’Artainment Worldwide Shows, con la collaborazione dei Musei Vaticani. Dato il successo ricevuto, da oggi, 14 novembre, Giudizio Universale diventa il primo permanent show in Italia, arricchendo l’offerta culturale della Città Eterna.

In questi otto mesi, infatti, gli spettatori italiani e stranieri, appassionati dello spettacolo dal vivo e di grandi eventi, ma anche amanti dell’arte, turisti, partecipanti ad eventi aziendali e quasi 20 mila studenti, hanno frequentato l’Auditorium della Conciliazione. Inoltre, dalle indagini sul gradimento è emerso che l’81% del pubblico ha dichiarato che lo show ha superato le sue aspettative; il 71% vorrebbe rivederlo; il 73% ha imparato qualcosa di nuovo e il 90% non aveva mai visto uno show simile prima.

Infine, nonostante non siano mancati gli inviti internazionali, Giudizio Universale resta a Roma per raccontare ancora le visioni di Michelangelo e i misteri del Vaticano; l’Urbe cinquecentesca e i miracoli di creazioni divine o umane.

In concomitanza con l’apertura del permanent show, stasera si terrà anche una serata di gala per inaugurare la nuova stagione artistica.

Leggi anche