Sottomarino Indonesia
Pixabay

Il sottomarino si era inabissato in Indonesia mercoledì scorso: nessuna speranza per i 59 membri dell’equipaggio

Dopo il ritrovamento di alcune sue componenti, è’ stato dichiarato ufficialmente “affondato” il sottomarino Kri Nanggala 402, che si era inabissato mercoledì scorso al largo delle coste di Bali, in Indonesia.

Potrebbe interessarti:

Ancora avvolta nel mistero la dinamica dell’inabissamento: è probabile che a causa di un blackout l’equipaggio, composto da 59 persone, non sia riuscito ad attivare la procedura di emergenza per riemergere e che quindi il sommergibile si sia progressivamente inabissato a circa tre chilometri da dove aveva iniziato ad immergersi e dove qualche giorno fa è stata rinvenuta una macchia di gasolio, probabilmente dovuta a un guasto del serbatoio. Una pressione, infine, deve aver spaccato la corazza della struttura – 1400 tonnellate di peso per circa 59 metri d’altezza – disperdendo tutte le riserve di ossigeno in dotazione all’equipaggio le quali comunque sarebbero bastate fino a sabato notte.

Quest’ultimo frangente rende sempre più labili le speranze di ritrovare vivo qualcuno dei 59 marinai appartenenti all’equipaggio ; tuttavia, il capo della Marina indonesiano Yudo Margono  ha fatto sapere che è pronta la procedura di evacuazione medica per gli eventuali superstiti, mentre il Premier Joko Widodo ha invitato connazionali e Forze Armate a continuare le ricerche, e pregare per i marinai e le loro famiglie.

Letture Consigliate