Ipotesi di un governo di unità nazionale: maggioranza e opposizione guardano a Mario Darghi



governo

Governo di unità nazionale capeggiato da Mario Draghi potrà essere la soluzione alla grave situazione economica che si profilerà dopo la pandemia?

Partiti di maggioranza e opposizione ipotizzano un possibile governo di unità nazionale. Sia da destra che da sinistra emerge il nome di Mario Draghi. La preoccupazione è infatti quella di una possibile crisi economica che potrebbe travolgere il paese quando l’emergenza del Coronavirus sarà rientrata. Giorgetti Afferma a tal proposito: «Il sistema finanziario mondiale era in bolla già prima della pandemia. E il Covid-19 ha fatto esplodere la bolla. Ora, per fronteggiare la crisi, il debito italiano salirà fino al 140-160% di rapporto con il Pil.

Le misure che l’esecutivo intende mettere in campo ad oggi richiedono la completa partecipazione dell’opposizione ma per quanto tempo ancora si potrà chiedere all’opposizione di aderire al principio di unità nazionale, senza immaginare una loro partecipazione al governo? A lungo andare aderendo all’unita nazionale tutte le parti che compongono l’esecutivo finirebbero per dar vita ad un governo di unità nazionale. La soluzione al voto infatti appare sbarrata poiché richiederebbe tempistiche troppo estese.

Il Presidente Mattarella invece esorta invece tutte le parti politiche in gioco politiche all’unità, strumento efficacie per affrontare la situazione di crisi.

Leggi anche