Isola 2016, la semifinale che non ti aspetti



isola dei famosi

Isola 2016, la semifinale che non ti aspetti; Paola Caruso la spunta a sorpresa su Marco Carta e vola in semifinale con un altro outsider, Giacobbe

Siamo ormai giunti alle battute finali di questa edizione dell’Isola e anche se il vincitore non e’ stato ancora proclamato non mancano le sorprese. A cominciare dall’eliminazione di Marco Carta, a sorpresa, ieri sera, che era andato al televoto con una rassegnata Paola Caruso. Alla fine il pubblico ha preferito lei al favorito Carta, scelta che era già  stata compiuta con la super favorita Simona Ventura, uscita a sorpresa un paio di settimane fa.

isola 2016
Foto Sito Ufficiale Isola dei Famosi

Ma l’Isola di quest’anno si sta rivelando tutt’altro che scontata, almeno a giudicare dalle scelte del pubblico, che pare siano le uniche a dare un po di brio ad un’edizione già bollata come deludente e con un cast opaco a dir poco.

Le strategie non sono servite a nulla se il pubblico sta continuando a premiare coloro che sin dall’inizio erano i meno tollerati dal gruppo, coloro che meno di tutti avevano adottato schemi o calcoli per andare avanti.

E infatti in semifinale sono arrivati Paola Caruso, Mercedesz Henger, Jonas Berami, Gracia Torres e Giacobbe Fracomeni, i piu’ inaspettati e anche i meno famosi tra i famosi. Se pensiamo che Jonas ha perso contro la superfavorita Ventura e la Caruso ha mandato a casa uno dei beniamini, Marco Carta.

Senza indagare sullo share, che forse poco conta ai fini della riconferma di un programma che comunque si dimostra sempre forte, ma l’Isola 2016 non ha offerto momenti entusiasmanti ne da ricordare, sia per il cast in studio che quello dei naufraghi. Si potrebbe risollevare solo con una vittoria inaspettata, come fu quella di Sergio Muniz, che i compagni di naufragio credevano già a casa da settimane e che invece si stava “godendo” il suo isolamento nella spiaggia solitaria, e che alla fine sbaraglio’ tutti. Servirebbe anche questa volta un bel colpo di scena! Attendiamo il responso del pubblico sovrano.

Leggi anche