Jan Fabre, il ritorno a Napoli in quattro sedi. Ecco la guida

Jan Fabre

Jan Fabre ritorna a Napoli con un progetto corale. Dal 30 marzo la sua mostra sarà ospitata in ben quattro sedi

Jab Fabre, artista belga non nuovo a Napoli, ritorna nella città partenopea con quattro mostre in quattro diverse sedi della città.

Museo e Real Bosco di Capodimonte, la chiesa del Pio Monte della Misericordia, il Museo Madre e la galleria Studio Trisorio sono i luoghi che ospiteranno i percorsi del Maestro.

Aperte lo scorso 30 marzo, queste esposizioni raccontano di una materia in continuo divenire, metamorfosi continue e diversi tipi di materiali.

Sono infatti pietre preziose, scarabei, armature, reperti di tombe egizie e citazioni dalle Scritture a costituire il variegato e cangiante mondo di Fabre.

Ciò che affascina e su cui basa la sua simbologia è il ciclo vita-morte-rinascita, fino alla bellezza  e fragilità dell’essere umano.

Un dialogo tra le sue famose sculture dorate e quelle di maestri del Rinascimento, Barocco e Manierismo, curato da Stefano CausaBlandine Gwizdala.

Il carnet di appuntamenti da non perdere

Jan Fabre. Oro Rosso
Sculture d’oro e corallo, disegni di sangue.
Museo e Real Bosco di Capodimonte
Via Miano 2, Napoli
30 marzo – 15 settembre 2019

Jan Fabre. L’uomo che sorregge la croce.
Pio Monte della Misericordia
Via dei Tribunali 253, Napoli
30 marzo – 30 settembre 2019

Jan Fabre. Omaggio a Hieronymus Bosch in Congo.
Studio Trisorio
Riviera di Chiaia 215, Napoli
29 marzo – 30 settembre 2019

Jan Fabre. L’uomo che misura le nuvole
Museo Madre
Via Luigi Settembrini 79, Napoli
30 marzo – 30 settembre 2019