Kevin Spacey, cadute le accuse contro di lui al primo processo



Kevin Spacey

Kevin Spacey era finito al centro di un’indagine penale per presunte molestie sessuali avvenute nel 2016 ma esce indenne dal primo processo

Anche l’attore Kevin Spacey è finito nel vortice di accuse di molestie sessuali che, ormai due anni fa, ha provocato un vero e proprio terremoto nel mondo di Hollywood. Uno solo dei casi che avevano al centro il suo nome però, era finito al centro di un’indagine penale che oggi vede l’attore uscire dal primo processo assolto da tutte le accuse.

Accuse decadute

Le indagini avevano subito un primo contraccolpo quando, un mese fa, l’avvocato dell’accusatore (che all’epoca dei fatti aveva 18 anni) aveva asserito che uno smartphone, tra gli elementi probatori del processo,era andato perduto. 

A quel punto gli avvocati di Kevin Spacey hanno imputato all’accusa la volontà di nascondere delle prove che avrebbero provato l’innocenza dell’attore.

Profilandosi per l’accusatore un’ipotesi di reato (l’occultamento o alterazione di prove), questi si è appellato al Quinto emendamento della Costituzione americana (una possibilità simile al nostro “avvalersi della facoltà di non rispondere” )di fatto rinunciando a testimoniare contro l’ex protagonista della serie televisiva Netflix  “House of Cards”, sullo “spietato” presidente degli Stati Uniti Frank Underwood.

Le accuse contro Spacey sono state ritirate due settimane fa, e oggi il procedimento penale, per quanto riguarda il primo processo, è stato ufficialmente chiuso.

Leggi anche