La nuova Juventus di Sarri: come giocherà il comandante?

Maurizio Sarri
Foto: Juventus Sito Ufficiale

La Juventus di Maurizio Sarri avrà sicuramente una nuova veste: le ipotetiche formazioni del comandante con l’attuale rosa

La Juventus ieri pomeriggio ha ufficializzato Maurizio Sarri quale nuovo allenatore della Vecchia Signora. Agnelli ha optato per il cambiamento, prelevando un tecnico che negli ultimi due anni si è messo in mostra sia per il gioco che per i risultati. L’allenatore toscano ha scatenato il putiferio sia tra i tifosi del Napoli, che tra quelli bianconeri, ripercorrendo le orme dell’annuncio di Allegri.

La dirigenza bianconera ha scelto un ottimo tecnico, uno dei migliori tra quelli disponibili, vista la volontà di Guardiola e Klopp di proseguire con le rispettive squadre. L’aria del cambiamento è difficile da respirare, ma con il tempo ci si abitua e forse potrebbe diventare anche piacevole.

Sarri e la Juventus si completeranno a vicenda. Il tecnico toscano in cambio di una nuova identità di gioco, potrebbe ricevere con il suo nuovo club una “benedizione” a livello professionale, evitando le cattive uscite del passato. Le possibili formazioni verranno fuori dalla campagna acquisti/cessioni in corso, ma possiamo gettare le basi di un’ipotetico undici titolare con i giocatori a disposizione.

Le probabili formazioni del comandante

(4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, A.Sandro; Ramsey, Pjanic, Emre Can; Douglas Costa, Ronaldo, Bernardeschi

Lo stesso modulo potrebbe evolvere con Dybala utilizzato da “falso nueve” e con CR7 leggermente defilato.

(4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, A. Sandro (Spinazzola); Ramsey, Pjanic, Emre Can (Matuidi, Bentancur); Bernardeschi, Dybala, Ronaldo

La rosa della Juventus è molto ricca, molti sono i ballottaggi, e sicuramente il mister dovrà adattarsi ai campioni a disposizione e cambiare qualche undici in più rispetto al solito. Il suo primo modulo prevedeva un trequartista e potrebbe riproporlo, con Dybala o Ramsey dietro Ronaldo e Mandzukic.

(4-3-1-2): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, A. Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi (Emre Can); Ramsey (Dybala); Ronaldo, Mandzukic.

Un’altra novità, portata avanti anche dall’ultima gestione Allegri, potrebbe vedere Bernardeschi interno di centrocampo per dare più qualità.

(4-3-3-): Szczesny, Cancelo, Bonucci, Chiellini, A. Sandro; Bernardeschi, Pjanic, Emre Can (Matuidi, Ramsey); Dybala, Ronaldo, Costa (Mandzukic)