fedez

Il 7 aprile è uscito il nuovo singolo del rapper Fedez, intitolato “L’amore eternit”, impreziosito dalla graffiante e raffinata voce di Noemi

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Il videoclip ufficiale è un vero cortometraggio, con delle immagini molto potenti tra cui delle scene di sangue  cruente, diretto da Mario Russo. Tutta la canzone, come il videoclip che la rappresenta a pieno, è basato su un importantissimo, quanto veritiero e pungente, paragone: “Lo Stato è proprio come l’amore: prima ti fotte e poi ti abbandona”.

E con questo c’è da dire che Fedez ha fatto davvero centro. Infatti, il suo Pop- Hoolista Tour è una critica alle istituzioni presenti nel nostro Paese: l’Italia che sembra realmente sprofondare nel baratro della crisi economica non che lavorativa. Ma non solo, la critica viene “allungata” anche alla Chiesa Cattolica, infatti nel video vi è una scena molto forte in cui si vede un prete che nel gesto di distribuire la comunione ai fedeli in fila, con sorpresa taglia, invece, la lingua e la porge in un piattino in cui, comunemente, ci sono poggiate le ostie consacrate.

fedezLa Chiesa, come viene rappresentata in questo caso, è un’istituzione che “taglia” la libertà di espressione ai suoi adepti. La Chiesa Cattolica, così rappresentata, non ci rende liberi di scegliere e di esprimere le nostre idee perché, in qualche modo, la sua potenza ci sovrasta e finisce per soffocarci.

La società, vista nel videoclip, è quanto mai rappresentativa di quella attuale ed è per questo motivo che spaventa perché la verità a volte fa paura.

Ma Fedez non ha mai avuto paura, invece, di comunicare ciò in cui crede onestamente, con forza e forse anche odio, risultando a volte esagerato, ma mai scontato. Mai.

E non appare né scontato e né arrogante, Fedez, anche quando racconta del motivo che lo ha spinto a scrivere questa canzone, ispirandosi al disastro dell’eternit con il quale, a partire dagli anni 70′, si è costruito di tutto.

L’eternit rilasciava amianto (una sostanza nociva) avvelenando chi lo respirava, infatti ci sono stati migliaia di morti. È stato fatto un processo dove i responsabili sono stati condannati e poi assolti, in Cassazione, grazie al fatto che il reato era prescritto. Quindi, per lavorare onestamente  sono morti migliaia di persone, in un paese, l’Italia, dove lo Stato appare del tutto inesistente, oltre che corrotto perché giustizia non vi è stata mai fatta.

Ritornando all’album, “Pop- Hoolista”,  è stato certificato doppio disco di platino con “Magnifico”, il primo singolo, che è arrivato a 30 milioni di visualizzazioni su YouTube. Il concerto è un “Concept Show” come è stato definito dal rapper stesso dove non è mancato, oltre ai duetti con Noemi, Lorenzo Fragola e  Francesca Michielin, uno stage diving, il cosiddetto “tuffo dal palco” all’interno di una palla di plastica.

[ads2]

Letture Consigliate