lazio
Foto: Twitter Lazio

Dolorosa sconfitta interna per la Lazio: Arslan, Pussetto e Forestieri demoliscono i biancocelesti

E’ notte fonda all’Olimpico per la Lazio di Simone Inzaghi che dopo il successo di Champions viene travolta da un’Udinese in emergenza.

Potrebbe interessarti:

3 a 1 finale che fa suonare più di un campanello d’allarme in casa biancoceleste: iniziano a essere troppi i punti persi in campionato.

Iniziano meglio gli uomini di Inzaghi ed è di Correa il primo squillo della partita.

Non accusano la pressione i friulani che col passare dei minuti iniziano a macinare gioco e al 18′ passano in vantaggio con la sassata di Arslan, servito da Pereyra dopo un’ottima giocata.

Nonostante le tante assenze, l’Udinese appare più in palla dei padroni di casa e allo scadere del primo tempo si porta addirittura sul 2 a 0: ripartenza devastante dei bianconeri e contropiede concluso da Pussetto che non si fa pregare e deposita in rete il gol del raddoppio.

La reazione biancoceleste non è all’altezza della situazione e sono ancora i friulani ad approfittarne: Forestieri scarica un destro al volo su cui Strakosha non riesce ad arrivare. 3 a 0 per l‘Udinese e notte fonda per la Lazio.

Ci pensa ancora Ciro Immobile a suonare la sveglia procurandosi e poi realizzando il rigore del 3 a 1.

Rigore che non infonde la giusta scossa e risultato che rimane invariato: ci sarà tanto da lavorare per Inzaghi per invertire la rotta.

 

 

 

Letture Consigliate