13 Novembre 2017 - 16:52

Le Iene, il Grande scherzo fatto a Marco Travaglio

Travaglio

Durante la puntata di ieri di Le Iene, in onda su Canale 5, è andato in onda un spassoso servizio. Il malcapitato è stato il giornalista Marco Travaglio

“Ma io sono il direttore del Fatto Quotidiano”

Marco Travaglio è di certo il più antiberlusconiano di tutti. 20 anni a combatterlo in TV e sul cartaceo. E se suo figlio, Alessandro Travaglio, gli fa credere di essere stato convinto da Ilary Blasi e dalla produzione del reality show di Canale 5 ad entrare nella casa più spiata d’Italia?

La finalità dello scherzo era quella di vedere la reazione di Travaglio che è stata, infatti, una garanzia: “Ma io vado nello studio del Grande Fratello a parlare di Malgioglio?”

Travaglio ha prima visionato il video del (finto) provino del figlio per poi attendere che lui stesso gli rivelasse la (triste, per lui) notizia.  Alessandro gli ha poi comunicato di aver firmato un contratto per un compenso mensile di 3 mila euro, che sarebbero diventati 15 mila – ma di penale – qualora ci avesse ripensato, con la seguente ira del padre.

Travaglio VS Mediaset

“Non voglio essere minimamente coinvolto. Io non esisto per Mediaset, né tantomeno per quei programmi di ***** lì, che ho sempre preso per il ****, ho sempre deriso e ho sempre definito diseducativi.” Insomma, il direttore de Il Fatto Quotidiano ci è andato giù pesante, con affondi non solo su Silvio Berlusconi, ma su Mediaset e Fininvest.

“Il Grande Fratello non è una trasmissione di artisti. È una trasmissione di sfigati morti di fama, che non hanno più fama e che cercano di recuperarla. […] È un programma osceno. Ti hanno invitato perché sei mio figlio, non perché sei un artista, ti illudi.”

 

Dopo tanti, tantissimi minuti di ansia e rabbia per Travaglio, finalmente un sospiro di sollievo: Alessandro gli comunica che è tutto uno scherzo di Mediaset, quella di Berlusconi. E chissà forse, solo per questa volta, Travaglio potrà andare sulle reti Mediaset, senza troppe polemiche (e senza processi).