M5S, Di Maio rilancia dopo le firme: “Segreteria a 12 componenti”



di maio, 5 stelle Regionali
Immagine da sito ufficiale Governo

Il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, rilancia dopo la consegna delle 100 firme: “Il M5S è un’organizzazione. Segreteria a 12 componenti”

Il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ritorna a parlare delle questioni interne del M5S. In questi giorni è volato a New York per l’assemblea generale dell’ONU. Ma anche se oltre oceano, la politica italiana lo reclama a gran voce. Infatti, sono state consegnate le firme di più di 100 senatori. La richiesta è quella rivolta al capo politico del movimento e l’acclamazione di Beppe Grillo.  Queste le parole del ministro Di Maio: “È giusto che ci sia chi non è d’accordo. Ma far passare quelle 70 firme per 70 firme contro di me. Ci sono persone che potrei definire amiche e con cui lavoro ogni giorno che mi hanno chiamato e mi hanno detto che è un grande malinteso“.

E proprio per questo ha rilanciato con una proposta che sarà probabilmente apprezzata dai suoi. Una riorganizzazione del M5S con una segreteria a dodici componenti. Queste le parole di Di Maio: “Il futuro del movimento è un’organizzazione, non una struttura, che aiuti i cittadini a fare arrivare le proprie istanze, i propri problemi“. Nicola Morra, presidente della commissione antimafia, rilancia: “Chi saranno i 12? Come saranno scelti? Attraverso Rousseau, con il sistema delle auto candidature, saranno emanazione di Luigi?

Leggi anche