Manovra, Moscovici accusa ancora il Governo italiano

Pierre Moscovici Ciocca

Il commissario UE Pierre Moscovici critica nuovamente il Governo italiano. L’esecutivo accusato di essere euroscettico e xenofobo

La partita tra Europa e Italia è aperta su tutti i fronti. Anzi, più che una partita, si potrebbe definire come una guerra che potrebbe, a breve, diventare sanguinosa. Presso la sede Ocse di Parigi, il commissario UE agli Affari economici Pierre Moscovici ha criticato l’esecutivo Lega-M5S. Dopo i toni concilianti dei giorni scorsi, l’europeista è passato all’attacco, accusando l’esecutivo di essere euroscettico e xenofobo.

Gli italiani hanno fatto la scelta di un governo decisamente euroscettico e xenofobo che, sulle questioni migratorie e di bilancio, tenta di sbarazzarsi degli obblighi europei. Questa è l’opera dell’asse illiberale e nazionalista che si consolida nell’Europa centrale sotto la guida del premier ungherese Orban.” ha dichiarato.

Arriva subito la replica di Salvini, che difende a spada tratta il suo Paese: “Moscovici parla a vanvera. In Italia non c’è nessun razzismo o xenofobia, ma finalmente un Governo scelto dai cittadini che ha bloccato gli scafisti e chiuso i porti ai clandestini. Siamo stufi degli insulti che arrivano da Parigi e da Bruxelles.