Marvel Cinematic Universe, il nuovo storytelling – Parte 3

vedova nera

Storytelling classico e storytelling strategico. I Marvel Studios con il loro Cinematic Universe hanno cambiato e stanno cambiando il modo di narrare le storie, di presentarsi al pubblico, e di fidelizzare i propri fan

project adv

Andiamo ad analizzare uno dei fenomeni mediali e sociali di maggior impatto che permeano oggigiorno. Una condivisione tra fumetti, cinema e social che pone il brand Marvel come uno dei più famosi e dei più apprezzati.

Benvenuti in un altro appuntamento con la lente d’ingrandimento sul franchise Marvel Cinematic Universe. Per una migliore lettura, vi invitiamo a ripercorrere le nostre precedenti analisi. La Fase 1 ha introdotto molti super-eroi tra i più famosi al mondo. La Fase 2 ha permesso evolversi delle trame ed introduzione di nuovi personaggi.

Le cose si fanno serie, come una serie TV

La Fase 3 è la fase del Cinematic Universe che più di ogni altra testimonia la serialità. Serialità che ha raggiunto anche il cinema del grande schermo. I nodi arrivano al pettine e le trame, prima articolate, adesso arrivano a conclusioni degne di nota. Non tutti i film di una Fase 3 molto longeva sono già usciti sul grande schermo, non saranno presenti comunque notevoli spoiler sulle ultime pellicole distribuite.

La Fase 1 ha introdotto personaggi come Iron ManHulkCaptain AmericaThor tra i principali protagonisti, collegandoli in uno stesso universo contestualizzato e riunificato con i due film The Avengers. Con la Fase 2 sono stati trasposti personaggi di fumetti meno famosi. La Marvel ha tirato fuori i Guardiani della GalassiaAnt-Man, riuscendo ad ampliare il proprio universo, e nel frattempo arricchendo le pellicole con tematiche più profonde.

La Fase 3 rappresenterà, probabilmente, un croce-via letale per le vicende dei nostri eroi. Tante le novità, tante le trilogie a tramontare, e tanti i film a farne parte.

2016. Captain America: Civil War – #13

La Fase 3 esordisce con uno dei blockbuster di maggior impatto degli ultimi anni. Il 4 maggio 2016 è stato distribuito al cinema un film che ha spaccato il mondo cinecomics. Una Civil War – seppur ben diversa dall’origine fumettistica – che ha diviso i fan. Chi si è schierato dalla parte di Iron ManChi invece dalla parte di Captain America. Una pellicola con vicende che mettono i super-eroi uno contro l’altro, in una guerra fondata sui propri ideali, sui propri desideri, e sulle proprie ragioni d’essere super-eroi.

Dopo aver diretto The Winter Soldier, i fratelli Russo concludono la “trilogia” firmata Captain America. Il film è ricco di azione, scherni politici, e soprattutto riunisce quasi tutti i personaggi costruiti ed incanalati da altre 12 pellicole. Apprezzato molto dai fan, un inserimento quasi a sorpresa di uno dei super-eroi più amati di sempre: Spider-Man.

Il film Civil War non è altro che incendio che aveva delle concrete braci formatesi nel passato. Il rapporto di stima ma di non-condivisione tra Iron Man e Captain America su tutti. Uno scontro che cambia le sorti del gruppo Avengers, aspettando il proprio capitolo dei Vendicatori. Nel frattempo, tutti si chiedono, dove diavolo sono finiti Thor e Hulk?

2016. Doctor Strange – #14

Uscito il 26 ottobre 2016 e candidato agli Oscar per i miglior effetti speciali. Come Guardiani della Galassia insegna, la Terra non è l’unico pianeta del vasto universo marveliano. “Se gli Avengers difendono il mondo fisico, noi difendiamo quello spirituale”. Il Dottor Stephen Strange, interpretato da un sensazionale Benedict Cumberbatch, compie un viaggio mistico fino a risvegliare poteri magici, diventando stregone e protettore dell’universo.

Un film psichedelico, a tratti quasi surrealista. Ma ricco di emozione, colpi di scena, e quel pizzico di ironia che non fa mai male. Cumberbatch è un altro dei tanti esempi di attori che nonostante abbiano raggiunto la gloria con altri personaggi – nel suo caso la serie televisiva Sherlock – vogliano comunque avere un ruolo nel MCU. Non a caso il suo alleato/rivale è interpretato Chiwetel Ejiofor. Vincitore dell’Oscar 3 anni fa nel film 12 anni schiavo.

Doctor Strange si collega perfettamente con il personaggio di Thor, vista la loro capacità di viaggiare tra gli universi, come dimostra la scena post-creditsUn nuovo personaggio ma non inserito casualmente, tornerà presto e stavolta insieme ad eroi ben conosciuti. Non a caso in questo film appare la Gemma Verde, quinta delle sei gemme dell’infinito, capace di piegare lo spazio-tempo ed usata dallo stesso Dottore.

2017. Guardians of Galaxy Vol.2 – #15

Torna James Gunn alla regia e tornano gli strampalati Guardiani della Galassia. Un volume 2 che rappresenta l’esempio perfetto di ciò che dovrebbe essere un sequel. Riprende le vicende del precedente capitolo, non le stravolge ma le arricchisce. Si mostra originale e divertente come il predecessore, lascia ampio margine per sviscerare ulteriore la propria trama in un futuro capitolo.

Sono sempre molto frequenti i riferimenti a Thanos. Il villain conclusivo della Fase 3, già visto nella Fase 2, intento a recuperare le gemme dell’Infinito. Questo a giustificare come, ben presto, i Guardiani incontreranno gli Avengers, probabilmente nel prossimo crossover-film.

2017. Spiderman: Homecoming – #16

Bentornato a casa, SpideyL’ultimo film Marvel distribuito è probabilmente quello che ha dato origine al tutto. La Marvel, infatti, grazie alla trilogia diretta da Raimi ad inizio 2000, si accorse di non ricevere lucro a sufficienza per un personaggio che avrebbe potuto distribuire autonomamente. Dopo anni di trattative tra casa Marvel e casa Sony, si è arrivati ad un bilancio di diritti per poter inserire l’Uomo Ragno nel MCU. Spider-Man torna a casa sua in quello che può sembrare l’ennesimo reboot del personaggio. Ma così non è.

Tom Holland, 21 anni sulla carta d’identità ma, apparentemente e fortunosamente, 16 in volto. Il nuovo volto dietro la maschera di Spider-Man. Un ragazzo ingenuo, voglioso di dimostrare i suoi poteri. Consapevole delle responsabilità che il proprio potere include. Un reboot che evita di riciclare le origini del personaggio, non vi aspettate di vedervi un altro morso di ragno o un’altra triste morte dello Zio Ben.

Spider-Man è sotto la custodia – dal punto di vista professionale – di Iron Man, il quale lo invita a non abusare dei propri poteri, aspettando il momento giusto. Spider-Man, soprattutto questo Spider-Man, giovane ed esuberante, ovviamente, non lo farà. Essere teenager ed essere capace di poter salvare il mondo. Un dualismo impegnativo, ancor di più se a reggerlo è un quindicenne insicuro.

Spider-Man will return in The Avengers?

25/10/17. Thor: Ragnarok

Terzo e conclusivo capitolo per Thor, il Dio del tuono. Assente nelle vicende di Civil War, tutti si sono chiesti cosa stesse facendo nel frattempo. La risposta è all’interno di un interessante trailer per un’uscita prevista per ottobre 2017. Con questo film, la MCU raggiunge quota 3 film distribuiti durante un anno solare.

14/02/18. Black Panther

Per chi il 14 di febbraio preferisce evitare 50 sfumature ma non un film, ecco qui Pantera NeraApparso, all’improvviso, in Civil War, anche per lui è previsto un film stand-alone.

Cos’altro?

La Fase 3 non finisce mica qua, e neppure nell’anno 2018. Dopo Black Panther sarà il turno di uno dei film più attesi degli ultimi anni: Avengers: Infinity War. Un film non conclusivo, in quanto, dopo ciò, sarà il turno di un sequel per Ant-Man, intitolato Ant-Man and the Wasp, fino poi ad arrivare a Captain Marvelprimo film del MCU con protagonista un’eroina.

La Fase 3 dovrebbe concludersi con un film con ancora un titolo imprecisato, ma che rappresenterà la seconda parte di Avengers: Infinity War, uscita prevista per maggio 2019.

Tra i progetti in cantiere è fortemente possibile un sequel anche di Spider-Man, visto l’inevitabile successo dell’Uomo Ragno, soprattutto nel vasto Universo Marvel dove potrà ricoprire uno dei ruoli più importanti se gli eroi “classici” dovessero cadere sotto la malvagità di Thanos, come i fumetti insegnano.

Video del giorno